Fortnite non mi piace

Fornite

Qualche giorno fa Epic Games ha rilasciato Fortnite per iOS. Si tratta di un famoso gioco rilasciato lo scorso anno per varie piattaforme, tra cui anche Mac e PC. Mentre in questi ultimi bisogna costruire un fortino e proteggerlo dai mostri, che sono nati dopo l’arrivo di una misteriosa tempesta, in Fortnite per iOS bisogna combattere contro altri giocatori.

Il ritmo di gioco non mi ha conquistato. Il tutto inizia in una lobby dove si possono gestire i parametri del proprio personaggio o della propria squadra. Dopo aver premuto il pulsante “gioca” si arriva in una sorta di campo di accoglienza, dove si può andare in giro e tentare di sparare gli altri giocatori in attesa con voi (ma non muoiono).

Una volta che tutti i giocatori sono stati raccolti dal server, si viene catapultati su un’isola mediante un pulmino volante. Una volta sul campo bisogna fare essenzialmente una cosa: uccidere tutti gli altri giocatori. Per farlo bisogna muoversi tra le varie strutture dell’isola raccogliendo armi e munizioni (lo so ricorda Hunger Games). Si possono anche smantellare cose e strutture con il piccone.

I materiali raccolti possono essere usati per potenziare le strutture già presenti o costruirne di nuove. Per evitare che si perda tempo dopo qualche minuto arriva una tempesta. La tempesta si stringe sull’isola in 3 minuti. Più si avvicina (lo notate dall’area rosa sulla mappa) e più dovrete scappare verso il centro dell’isola. Se restate più di 1 minuto a contatto con la tempesta radioattiva, morite.

Quindi in questi tre minuti dovrete spostarvi e uccidere gli altri. Gli altri giocatori tenderanno a raccogliersi nello stesso luogo con l’avvicinarsi della tempesta. Chi sopravvive vince.

Se si arrivasse alle fasi finali del gioco sarebbe già qualcosa. Il problema è che spesso si viene uccisi a pochi secondi dall’inizio del gioco. In questo caso bisogna tornare nella lobby, attendere altri minuti nel campo di accoglienza e tentare un altra partita nell’isola.

Ciò che non mi è piaciuto, oltre alla trama del massacro, è il dover tornare alla lobby e al campo di accoglienza ad ogni tentativo. A volte si passa più tempo in queste fasi improduttive che nel gioco vero e proprio.

Questo mi ha fatto annoiare in brevissimo tempo. La dinamica è noiosa.

Attualmente Fortnite si può scaricare gratuitamente dall’App Store e pesa 2 GB. Per giocare, però, ci vuole un invito ufficiale. Io me ne trovo uno in più. Se lo volete scrivete un commento brillante nei commenti. Per questa sera ne scelgo uno e invio l’invito per accedere al videogame.

Cosa ne pensi?