Project Sistine, 1 $ di hardware per rendere il Mac touchscreen

Project Sistine

Per alcuni anni gli utenti Apple hanno chiesto un Mac con schermo touchscreen. La società pare abbia testato l’idea per alcuni anni, ma a quanto pare l’esperienza utente non è sufficiente per un prodotto valido. In fondo il progetto del Surface Studio di Microsoft lo dimostra.

In commercio, però, esistono alcuni accessori per aggiungere il touchscreen agli schermi del Mac. Si tratta di solito di videocamere o reticoli di sensori che comprendono dove si appoggia il dito. A tal proposito vi segnalo il Project Sistine.

Questo nome deriva dal famoso elemento del tocco tra Dio e l’uomo nella Cappella Sistina. Gli autori sono Kewin Kwok, Guillermo Webster e Logan Engstrom. Il tutto è stato realizzato in appena 16 ore e 1 $ di materiali.

In pratica l’accessorio è un sistema di specchi che rimanda la visualizzazione della webcam del Mac verso lo schermo. Qui un software dedicato non traccia il movimento del dito, poiché questo ha problemi di posizione in altezza, ma il riflesso sullo schermo.

Il dito, quindi, non deve essere appoggiato sul display, ma semplicemente avvicinato per creare un riflesso. Questi, in base alla sua grandezza e angolazione, viene interpretato dal software che ne rileva lo spostamento. Se volete approfondire vi lascio al sito del progetto.

Cosa ne pensi?