L’HomePod è un flop?

HomePod

Perchè comprare uno speaker che costa 349 $ se è possibile averne uno da 149 $? Probabilmente si potrebbe rispondere che si tratta di prodotti di qualità diversa. Il primo non guadagna vendendo dati dell’utente e offre una qualità audio superiore. Ma si tratta pur sempre di 200 $ di differenza. Oltre il doppio del prezzo.

Le persone, a quanto pare, fanno il conto anche con il portafogli. Per questo motivo l’HomePod non sta andando molto bene. Questo speaker, che ha chiesto 6 anni di lavoro, non riesce a conquistare il mercato. Tutta colpa del prezzo e delle funzioni attualmente molto limitate. Tanto per fare un esempio non esiste la possibilità di usarne due per un suono stereo.

Per questo motivo Apple avrebbe deciso di ridurne la produzione. L’indiscrezione, non confermata, arriva dopo un’analisi di Bloomberg. Nelle prime 10 settimane di inizio delle vendite, negli Stati Uniti, l’HomePod aveva conquistato il 10% delle vendite.

Ora questa percentuale non è cresciuta, anzi è calata al 4%. Nello stesso periodo Amazon ha conquistato il 73% delle vendite con l’Echo e Google il 14% con l’Home.

Apple ha quindi un problema non di poco conto da affrontare. La società dovrebbe ripensare alla comunicazione riguardante il dispositivo, aggiungere più funzioni e probabilmente aprirsi a nuovi mercati nel mondo.

One Comment

  1. A partire dal primo Mac (MacIntosh 128K), che aveva poca memoria e fu subito affiancato dal 512K, praticamente TUTTE le prime edizioni di un nuovo prodotto sono state delle ciofeche. Ricordate il primo iPhone, 10 anni fa? Senza AppStore, senza GSM, senza tutto quello che ha fatto il successo dell’iPhone.
    Anche l’HomePod, nonostante l’ottimo suono, è una prima edizione. Aspettiamo quella vera per giudicarne il successo.

Cosa ne pensi?