Una class action contro la tastiera di Apple con meccanismo a farfalla

tastiera farfalla

Era il 2015 quando Apple presentava il MacBook più sottile di sempre. Per ottenere quello spessore la società aveva sostituito il meccanismo dei tasti della tastiera, passando da un sistema a forbici ad uno a farfalla. Il risultato si è tradotto con una serie di problemi.

Gli utenti hanno registrato dei problemi di digitazione già alcuni mesi dopo, con pulsanti che si bloccavano, lettere che non rispondevano alla pressione e addirittura pulsanti che saltavano via. Con la seconda generazione del meccanismo i problemi sembrano essere stati risolti, ma intanto parte una class action.

Il giudice del Distretto del Nord della California ha ricevuto la richiesta di indagine. Il problema, dichiara l’accusa, è che la scelta di Apple ha creato problemi a migliaia di clienti che hanno comprato i MacBook e MacBook Pro tra il 2015 e il 2016.

La società avrebbe pubblicizzato la soluzione a farfalla come migliore di quella precedente, quando invece gli utenti non hanno fatto altro che riscontrare criticità. Questo rappresenta della pubblicità ingannevole. Inoltre le richieste di riparazione non sono state gestite correttamente, negando spesso una soluzione gratuita.

L’accusa chiede, oltre a pagare le spese legali, anche di sostituire tutte le unità coinvolte gratuitamente.

Cosa ne pensi?