Apple continua ad assumere presso Tesla

Auto guida autonoma

C’era un tempo in cui Tesla appariva come la eldorado degli ingegneri. La società assumeva talenti da ogni azienda, sottraendo menti anche da Apple. Basti pensare che Doug Field, ex CEO di Segway prima di passare in Apple, si convinse a passare a Tesla. Ora Apple lo ha convinto a tornare all’ovile.

Con lui sono entrate in Apple altre 46 persone che prima lavoravano in Tesla. A quanto pare la società di Elon Musk percorre un periodo di difficoltà per la lentezza nella produzione delle auto, questo riduce la liquidità dell’azienda.

In una dichiarazione di un portavoce di Tesla alla CNBC si evince la chiave del passaggio dei dipendenti:

Auguriamo loro il meglio. Tesla è in un momento difficile. Abbiamo 100 volte meno soldi di Apple, quindi ovviamente possono permettersi di pagare di più. Siamo in battaglie estremamente difficili contro le compagnie automobilistiche trincerate che fanno 100 volte più macchine di quante ne abbiamo fatte l'anno scorso, quindi ovviamente questo è un lavoro molto duro. Non abbiamo nemmeno soldi per pubblicità o sponsor o sconti, quindi dobbiamo sopravvivere solo sulla qualità dei nostri prodotti. Nondimeno, crediamo nella nostra missione e che vale la pena investire del tempo. Il mondo deve passare all'energia sostenibile e deve farlo ora.

Apple sta lavorando alla guida autonoma da alcuni anni. La società aveva iniziato il progetto Titan mirando alla costruzione di un’auto, ma difficoltà nel settore l’hanno fatta ripiegare verso la realizzazione del software di guida autonoma, da usare in auto costruite da terzi. Lo stesso gruppo FCA si propose di realizzare quel tipo di auto per Apple.

Attualmente Tesla ha una capitalizzazione di mercato di 45 miliardi di dollari.

Cosa ne pensi?