Apple spiega agli sviluppatori cosa possono ottenere dai nuovi dispositivi

iPhone Xr e Xs

Nella giornata di ieri Apple ha fornito le versioni Golden Master (quindi finali) di iOS 12 e macOS Mojave agli sviluppatori e gli iscritti alla beta pubblica. Vi ricordo che questi sistemi operativi saranno disponibili per tutti rispettivamente il 17 settembre e il 24 settembre.

Oltre a questo la società ha invitato gli sviluppatori a caricare gli aggiornamenti delle loro app per i nuovi sistemi operativi. Quindi chi sta lavorando agli update per compatibilità e nuove funzioni, può già mandarli nell’App Store.

Si aggiunge anche una terza fase. Visto che la società ha presentato gli iPhone Xs, iPhone Xr e gli Apple Watch serie 4, ha trovato utile spiegare agli sviluppatori cosa possono sfruttare dei nuovi dispositivi, per rendere le loro app più complete e utili.

Per esempio per gli iPhone la società invita ad aggiornare le dimensioni delle app per sfruttare a pieno lo schermo più ampio. Non c’è più il tasto Home. Grazie al chip A12 Bionic si può potenziare l’uso del Machine Learning con CORE ML 2 e l’uso della realtà aumentata con ARKit 2.

Per quanto riguarda gli Apple Watch, invece, la società spiega che gli smartwatch hanno uno schermo più ampio. Grazie a watchOS 5 le notifiche delle app possono essere interattive, si possono integrare informazioni nel quadrante Siri e si può accedere a delle nuove API per l’audio e l’attività fisica, per esempio per ascoltare l’audio in background.

Cosa ne pensi?