Laurene Jobs investe negli aerei supersonici di Boom

Boom Supersonic

C’è chi a fronte di una montagna di denaro semplicemente passa la vita a spenderli, mentre altri cercano un significato maggiore attraverso attività diverse. Laurene Jobs, vedova di Steve Jobs, dopo aver ricevuto i miliardi in patrimonio del marito ha pensato di investirli in vario modo.

La sua organizzazione Emerson Collective si occupa di investire in varie attività soprattutto educative. La forma societaria di organizzazione, e non di holding, a quanto pare è stata scelta per pagare meno tasse e avere un maggior controllo sulla proprietà.

Oltre a borse di studio e programmi per le scuole, la Emerson Collective ha acquistato la proprietà di carie aziende, come la rivista The Atlantic. Ora gli investimenti arrivano anche a degli aerei supersonici.

La Emerson Collective ha investito diversi milioni di dollari nella startup Boom Supersonic. Quest’azienda mira a costruire l’Overture: una aereo supersonico da 55 posti, in grado di superare il mach 2.2, quindi due volte la velocità del suono.

Voli di lusso per chi ha bisogno di volare da una parte all’altra del mondo in poche ore. L’Overture riesce a raggiungere la velocità massima di 2.335 KM/h. Quanto basta per viaggiare tra Londra e New York in appena 3 ore e mezza.

Non sappiamo quanto sia l’investimento della Emerson Collective, ma la raccolta totale è stata di 141 milioni di dollari. Tra gli altri investitori figurano Japan Airlines e Caffeinated Capital.

Cosa ne pensi?