Cinese che vendette il rene per l’iPhone diventa disabile

Xiao Wang

Nel 2011 vi raccontai la storia di Zheng, un ragazzo cinese che un bel giorno pensò di vendersi un rene per acquistare un iPad 2. Si tratta di uno dei tanti casi di ragazzi completamente fuori di testa che, pur di non sfigurare con gli amici, compiono gesti stupidi pur di avere un dispositivo recente.

Ovviamente il gioco non vale mai la candela, anche perché i dispositivi svalutano subito trasformandosi in un pugno di mosche. A volte la cosa può andare anche peggio. Il Corriere, per esempio, riporta la storia di Xiao Wang.

Il ragazzo, anche lui nel 2011, pensò di vendere un rene per acquistare un iPhone. Il rene fu venduto per un ammontare di yuan che in euro corrispondono a 2.600 €. Tutta l’operazione fu realizzata clandestinamente, con dottori senza scrupoli e strutture precarie.

Il risultato di quel folle gesto ha portato ad una serie di complicazioni che hanno reso Xiao un disabile. Il ragazzo ha prima sofferto di insufficienza renale, peggiorando di volta in volta. Ora è costretto ad una dialisi continua che lo obbligano a rimanere attaccato ad una macchina.

Nel frattempo i medici del giro dei reni sono stati condannati ad alcuni anni di carcere e la famiglia ha ricevuto un risarcimento. Ma il ragazzo non potrà più vivere una vita normale. Tutto questo per ottenere a tutti i costi l’ultimo dispositivo del momento.

La storia di Xiao deve insegnarci che scelte così scellerate non portano mai a nulla di buono. Che sia un monito per le future generazioni.

Cosa ne pensi?