L’EFF chiede ad Apple di cifrare i backup di iCloud

Ogni anno Apple pubblica il report di trasparenza relativo alle richieste delle autorità per l’accesso ai dati degli utenti. Si tratta di richieste per recuperare i dati di dispositivi di persone assoggettate ad indagini. Almeno si spera.

Come saprete l’iPhone non può fornire dati perché è tutto cifrato. Quello che può essere fatto è accedere al backup di iCloud nei server di Apple. Il backup non è cifrato, quindi si possono estrapolare i dati richiesti dalle autorità competenti.

A tal proposito l’EFF (Electronic Frontier Foundation) ha aperto una campagna chiamata “Fix It Already”, che mira a chiedere ad Apple di applicare la cifratura dei dati anche per il backup salvato su iCloud. Operazione che tra l’altro Tim Cook promise sarebbe stata fatta in futuro.

L’EFF non ha fatto richieste solo ad Apple, ma ha analizzato le aziende più grandi e ha chiesto anche ad altri di sforzarsi i più per i dati degli utenti. Per esempio ha chiesto ad Android di permette di bloccare l’accesso ad internet alle app, a Facebook di non collezionare i numeri di telefono, a Slack di creare una dashboard per controllare lo scambio di dati, a Twitter di cifrare i messaggi diretti, a WhatsApp di chiedere il consenso prima di essere aggiunto in un gruppo e così via.

Apple accetterà la richiesta?

Cosa ne pensi?