Qualcomm

La guerra legale tra Apple e Qualcomm danneggia più la prima o la seconda? Al momento non lo sappiamo, ma sappiamo che danneggia entrambe. Apple ha deciso di non comprare più chip da Qualcomm e di prenderli da Intel. Si tratta dei modem negli iPhone e iPad, nell’attesa di poter realizzare un chip tutto suo.

Qualcomm a sua volta ha chiesto e ottenuto il blocco delle vendite degli iPhone in Germania e Cina, danneggiando le finanze di Cupertino. Tutto questo non fa bene agli affari. Per questo motivo in Qualcomm cercano un segnale di distensione.

Dopo la richiesta iniziale di 7 miliardi di $ di royalties non pagate, ora Qualcomm ne vuole appena 31 milioni. Vale a dire che vuole 1,4 $ per ogni iPhone venduto su un totale di 22 milioni di iPhone.

Si tratta di royalties che le spetterebbero per l’uso di tre brevetti:

  • Un sistema che consente di connettersi automaticamente ad internet quando il telefono viene acceso.
  • La realizzazione del grafico per l’uso della batteria.
  • Un sistema che fa comunicare il processore e il modem.

La richiesta è stata effettuata al tribunale di San Diego in California. Non sappiamo se, nel caso Apple pagasse, la questione potrebbe portare ad una ricostruzione dei rapporti tra le due società oppure se Qualcomm ne approfittasse per dimostrare una colpevolezza di Apple e continuare con nuove pretese. Staremo vedere cosa deciderà il giudice.

Leave a comment

Cosa ne pensi?