iMac 2019: due volte più potenti dei precedenti

Dopo aver presentato gli iPad Air e iPad mini, Apple ha deciso di dare un ulteriore contributo al comporto hardware del suo catalogo prima dell’evento del 25 marzo. La società, infatti, oggi ha rilasciato la versione 2019 dell’iMac. Un aggiornamento atteso considerando che l’ultimo risale al 2017.

Dal punto di vista del design non abbiamo cambiamenti. La scocca e le grandezze delle versioni da 21,5” e 27” restano immutate. Cambia l’hardware interno. Grazie alla 9° generazione dei processori Intel, ora le performance crescono del 60% e dell’80%, rispettivamente per CPU e GPU, nella versione da 21,5”. Invece nella versione da 27” le performance crescono rispettivamente del 240% e del 50%.

Si tratta di un notevole passo avanti ottenuto grazie ai 6 core presenti nella versione da 21,5” e 8 core nella versione da 27”. La scheda grafica Radeon Pro serie 500X è da 8 GB, ma può essere portata fino a 32 GB.

Dal punto di vista dello storage purtroppo la società non ha abbandonato ancora il Fusion Drive, che si basa essenzialmente su un disco rigido. Questi parte da 1 TB, ma volendo si può ordinare una versione da 2 TB.

I prezzi partono da 1.549 € per la versione da 21,5” e 2.199 € per la versione da 27”. Questa può arrivare a 2.699 € per la versione potenziata. Per ulteriori informazioni c’è il sito di Apple.

Cosa ne pensi?