Apple brevetta la batteria integrata nel cinturino dell’Apple Watch

Molti utenti lamentano della scarsa autonomia dell’Apple Watch. Questi deve essere ricaricato, in pratica, tutti i giorni altrimenti si resta senza autonomia. Nonostante la società stia provando ad ottimizzare l’hardware, per consumare meno, nella verità dei fatti in quello spazio molto ridotto non c’è spazio di una batteria più grande.

Ecco l’idea, quindi, della società: portare la batteria anche nel cinturino. La società ha di recente brevettato un sistema per arrivare a questo risultato. Il cinturino in questione si collega alla porta diagnostica dello smartwatch alimentandolo.

Per evitare problemi di flessibilità del cinturino, la batteria è dislocata su più pezzi che vanno poi a piegarsi attorno al polso.

Non è la prima volta che la società si approccia a questo tipo di soluzione. Ci fu un brevetto già nel 2017, con una soluzione che sembrava un po’ rozza. In quel caso, infatti, dal cinturino usciva un elemento che andava attaccato sul retro dell’orologio, rendendo inutilizzabile il sensore che appoggia sul polso.

In commercio esistono già delle soluzioni di terzi, come il Batfree. Anche in questo caso siamo di fronte ad una soluzione un po’ rozza e non ideale.

Cosa ne pensi?