Find My e la solidarietà tra dispositivi di Apple per evitare i furti

I dispositivi di Apple sono costosi e questo fa molto gola ai ladri. Nel tempo la società di Cupertino ha integrato dei sistemi per scoraggiare le ruberie. Per esempio attivando iCloud nel dispositivo si può attivare Find My iPhone o Find My iPad e ritrovare il dispositivo su una mappa, bloccarlo e cancellare i dati in remoto.

Il problema è che se il dispositivo viene spento prima che questi sia localizzato, non c’è modo di rintracciarlo. Per questo gli utenti hanno sempre chiesto un sistema che obblighi ad inserire la password per spegnere il dispositivo. Il problema è che un sistema del genere renderebbe difficile le procedure di ripristino forzato dei dispositivi in caso di problemi.

A tal proposito Apple ha individuato un’altra soluzione. Da iOS 13 ci sarà un’unica app chiamata Find My che unirà Find My iPhone, Find My Friends e il resto. Se qualcuno ci ruberà il telefono e disattiverà la connessione alla rete, saranno i dispositivi vicini a fare la spia.

In pratica il ladro in questione dovrà sperare di non incrociare mai un iPhone, un iPad o un Mac. Questi dispositivi rileveranno l’integrità dei dispositivi vicini e, se questi sono stati bloccati da iCloud, diranno al proprietario dove sono stati visti.

Un po’ come se ci fossero dei vicini affidabili e collaborativi in grado di fare la spia nel caso vedessero qualcosa di strano. Apple ha fatto sapere che il sistema è sicuro, quindi i dispositivi tra di loro non si scambieranno informazioni sensibili, e inoltre c’è un basso consumo di energia e traffico dati.

Cosa ne pensi?