Tutto sulla batteria dei nuovi iPhone 11 e 11 Pro

Batterie iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max
Batterie iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max

Cosa vorreste ci fosse in un iPhone? Probabilmente ognuno di noi può indicare una lista di preferenze. Poi mettendo insieme queste preferenze potremmo dare delle priorità e vedere quali sono le più comuni. Sono certo che ai primi posti ci sarebbe l’autonomia della batteria. Questo perchè puoi fare tutte le funzioni innovative del mondo, la fotocamera migliore in assoluto, potenza a non finire, ma poi se il telefono si spegne diventano tutte inutilizzabili.

Per questo motivo per anni gli utenti hanno chiesto batterie più potenti. Qualcuno in Apple, però, per alcuni anni attivò una gara per la realizzazione dell’iPhone più sottile di sempre. Nessuno sentiva questa esigenza. Al massimo dal basso chiedevamo un iPhone più leggero, ma di sicuro lo spessore era l’ultimo dei nostri pensieri.

Riducendo al minimo lo spessore ovviamente anche la batteria perdeva di potenza. Una mancanza che la società ha provato a colmare riducendo i consumi dei componenti. Questo approccio ha lasciato l’autonomia pressoché costante nel tempo, senza nessun margine di miglioramento.

Fortunatamente le cose sembrano essere cambiate. Dopo una serie di articoli dove si faceva presente che la gara dello spessore non interessava a nessuno, se non a qualche team di ingegneri che si sfidavano tra di loro, Apple ha fatto ammenda e ha posto un rimedio.

prestazioni batteria
prestazioni batteria

I nuovi iPhone non sono più sottili dei precedenti, anzi. Per esempio prendiamo in considerazione l’iPhone 11 Pro. Questi è l’evoluzione dell’iPhone XS. Mentre quest’ultimo ha uno spessore di 7,7 mm, il nuovo iPhone 11 Pro ha uno spessore di 8,1 mm. Quindi il dispositivo è più spesso di ben 0,4 mm e questo, se da un lato aumenta il peso di 9 grammi, fa spazio a una batteria più capiente.

Nell’iPhone XS la batteria è da 2.658 mAh, mentre nell’iPhone 11 Pro è da 3.046 mAh. In pratica è più potente di quella presente nell’iPhone XS Max che arrivava a 3.174 mAh. Associando alle ottimizzazioni hardware, la batteria più potente si traduce con ben 4 ore di autonomia in più rispetto al modello precedente. Per l’iPhone 11 Pro Max abbiamo, invece, una batteria di 3.969 mAh.

Per comprendere ancora meglio questa quantità di energia, basti pensare che l’autonomia del 11 Pro è più grande rispetto a quella dell’iPhone Xr che, di fatto, garantiva una giornata piena con qualsiasi uso. Ho usato personalmente l’iPhone Xr e devo ammettere che non mi lasciava mai senza autonomia. Capitava di arrivare a fine serata con il 30% di autonomia residua.

Precisamente nell’iPhone 11 Pro permette 18 ore di riproduzione video, 11 ore di streaming video o 65 ore di riproduzione audio. L’iPhone 11, invece, consente 17 ore di riproduzione video, 10 ore di streaming video e 65 ore di riproduzione audio. Considerate che l’iPhone 11 offre 1 ora in più di autonomia rispetto all’iPhone Xr.

foto di sebastiann de With
foto di sebastiann de With

Il maggior spessore, si è accorto qualcuno che ha avuto accesso alle unità presenti dopo il Keynote di Apple, riduce anche lo spessore dello zoccolo della fotocamera. Anche questa caratteristica era tra le più richieste dagli utenti, che chiedevano uno spessore della parte sporgente della fotocamera meno pronunciato.

Ma come si ottengono questi risultati? Aumentando solo la capienza della batteria? In realtà il processo è stato più ampio. Come spiega Apple nel suo sito:

Il display Super Retina XDR consuma fino al 15% di energia in meno rispetto a quello di iPhone XS. iOS 13 usa il nostro speciale performance controller per indirizzare i task attraverso il chip nel modo più efficiente possibile. E per gestire le operazioni di routine, il chip A13 Bionic sfrutta quattro efficiency core appositamente progettati.

Un altro pezzo importante del puzzle è l’unità di gestione dell’energia (PMU), creata da Apple. Diciamo che se la PMU fosse un’orchestra, il chip A13 Bionic sarebbe il direttore: è lui che indica esattamente dove e quando distribuire l’energia nell’iPhone. E la PMU esegue gli ordini con precisione. In questo modo le prestazioni aumentano solo quando serve, senza consumi inutili.

L’indiscrezione sul fatto che Apple fosse interessata a costruire un proprio chip per la gestione dell’energia dei suoi dispositivi, era iniziata a circolare già da qualche anno. I risultati di questo processo a quanto pare sono evidenti, con una notevole riduzione dei consumi grazie all’ottimizzazione dell’impiego dell’energia esattamente dove serve.

schema batterie a cofronto tra iPhone 11 Pro, 11 Pro Max e 11
schema batterie a cofronto tra iPhone 11 Pro, 11 Pro Max e 11

Una cosa che mi aspetterei è vedere aumentare il numero di cicli. Un ciclo è una carica completa della batteria dal 0 al 100%. Questo significa che se si carica la batteria dal 40% al 70% si riempie il ciclo del 30%. Se la si carica di nuovo dal 20% al 50% si aggiunge un altro 30% e così via fino a riempire un’unità del 100%. Il 100% corrisponde a 1 ciclo.

Apple considera una batteria in buono stato fino a quando raggiunge l’80% della sua vita media dopo 500 cicli. Il problema è che tutti i prodotti di Apple hanno una vita media di 1.000 cicli e solo l’iPhone ha una vita media di 500 cicli. La speranza è che anche i nuovi iPhone abbiano una vita media da 1.000 cicli, ma al momento il sito di Apple non riporta novità in merito.

Tra gli elementi positivi c’è sicuramente la carica veloce. Ora l’iPhone potrà essere ricaricato del 50% in 30 minuti. Considerando la batteria più capiente, si tratta di un buon risultato, anche se sicuramente migliorabile.

Per ottenere queste prestazioni bisogna usare un caricabatterie da 18 watt. Questi è incluso nella confezione degli iPhone 11 Pro e 11 Pro Max, mentre per gli iPhone 11 dovrà essere acquistato a parte per 35 euro.

Gli iPhone 11, 11 Pro e 11 Pro Max saranno disponibili alla vendita dal prossimo 20 settembre.

2 Comments

  1. “…Mentre quest’ultimo ha uno spessore di 7,7 mm, il nuovo iPhone 11 Pro ha uno spessore di 8,1 mm. Quindi il dispositivo è più spesso di ben 4 mm ..” quindi lo spessore ora è di 11,7 mm??? C’è una bella differenza tra 0,4 mm e 4 mm 🙂

Cosa ne pensi?