L’Apple Watch serie 5 consuma più batteria di quanto dovrebbe

Apple Watch LTPO
Apple Watch LTPO

Quando Apple ha presentato il nuovo Apple Watch serie 5 non ha comunicato novità riguardanti la sua batteria. Attualmente la società ha preferito applicare un vecchio adagio usato per gli iPhone negli ultimi anni (eccetto per gli ultimi iPhone 11). Anziché aumentare la potenza delle batterie, ha ridotto i consumi dei componenti hardware.

Così negli ultimi smartphone ha aggiunto hardware lasciando l’autonomia ferma a 18 ore, che di fatto è meno di un giorno di autonomia. Abbiamo, per esempio, l’aggiunta della bussola e della tecnologia always-on nel display. Quest’ultima consente di avere lo schermo sempre acceso.

Alla base del sistema c’è la tecnologia LTPO (low-temperature polysilicone and oxide display), vale a dire che c’è la presenza di uno strato in polisilicone e ossido a bassa temperatura. L’uso del LTPO permette di ridurre i 50 Hz dello schermo attivo, ad appena 1 Hz.

Questo tipo di soluzione si aggiunge alla minimizzazione delle informazioni sul display. Quando lo schermo non è illuminato le complication non si aggiornano, le lancette dei secondi non appaiono e buona parte dello schermo resta frizzato. Resta in funzione la visualizzazione delle informazioni e l’indicazione delle ore.

Quindi alla fine della fiera nonostante lo schermo sia sempre acceso, la batteria dovrebbe durare sempre lo stesso. Ma è veramente così? Leggendo le recensioni pubblicate dai media qualche giorno fa, sembrava che l’autonomia andasse ben oltre le indicazioni di Apple.

Techcrunch diceva di essere arrivata a 20 ore di autonomia. Buzzfeed, con tanto di schema, è arrivata anche a 21,5 ore. In realtà alcuni utenti manifestano un problema che viene definito di battery drain, vale a dire di un consumo eccessivo della batteria.

Nel mio primo giorno di utilizzo devo ammettere di aver individuato un consumo sopra le righe. Da questa mattina alle ore 7:05 attualmente, alle ore 20:30, la batteria segna il 32% di carica residua. Ricordo che con il mio Apple Watch serie 3 raramente scendevo sotto il 40% a fine serata (intorno le 23:00). Quindi un consumo maggiore c’è.

Attualmente ci sono molte segnalazioni in questo senso, con alcuni che lamentano un consumo maggiore anche con gli Apple Watch serie 4. Seguendo anche la discussione su Twitter si notano molti tweet che lamentano un consumo maggiore di batteria.

Attualmente il problema potrebbe essere individuato in watchOS 6. Probabilmente la società non ha ottimizzato ancora bene i processi del nuovo display, rendendo il consumo maggiore del previsto. L’ipotesi sorge perchè alcuni utenti hanno provato a testare due Apple Watch, uno con watchOS 5 e l’altro con watchOS 6, ottenendo risultati diversi.

Al momento pare che soluzioni come togliere e reinserire l’associazione con l’iPhone, spegnere il caricamento delle app in background e riavviare il dispositivo non porti a grandi risultati. Qualcuno ha addirittura deciso di spegnere l’always-on per aumentare l’autonomia, trasformando di fatto l’Apple Watch serie 5 in un serie 4.

La speranza è che Apple ottimizzi i processi nelle prossime versioni di watchOS 6. Attualmente la società ha già consegnato la prima beta di watchOS 6.1 agli sviluppatori, ma al momento non sappiamo se risolve il problema del consumo eccessivo della batteria.

Cosa ne pensi?