Il 2019 di Apple: fatturato, utili e numeri

Nuovo centro di ricerca nell’Apple Park

Con l’arrivo del quarto trimestre fiscale di Apple, si chiude ufficialmente il 2019 per la società. Questo significa che è possibile tirare le somme e verificare come sono andati i conti rispetto al 2018. Iniziamo dal fatturato.

Questi nel 2018 è stato di 265,6 mld $, mentre nel 2019 di 260,17 mld $ (-2%). L’utile è stato di 55,3 mld di $ contro di 59,5 mld del 2018 (-7%). Si tratta del secondo fatturato migliore di sempre per la storia di Apple e il secondo utile migliore.

La liquidità della società è calata da 365,7 miliardi a 338,5 miliardi. A questi dobbiamo sottrarre il debito obbligazionario. Se questi nel 2018 ammontava a 93,7 mld $, nel 2019 è sceso a 91,8 mld $. Ma veniamo al fatturato per prodotti.

Nel 2019 i 260,17 miliardi sono stati formati da:

  • iPhone per 142,4 mld (-14%).
  • iPad per 21,3 mld (+16%).
  • Mac per 25,7 mld (+2%).
  • Indossabili, accessori e Apple TV per 24,5 mld (+41%).
  • Servizi per 46,3 mld (+16%).

Quindi la società ha venduto meno iPhone, ma grazie all’iPad Pro è riuscita a rinvigorire le vendite dei tablet. Inoltre sono decollati Apple Watch e AirPods, oltre ad una crescita consistente dei servizi che ha equilibrato i conti.

Il margine sui prodotti è calato dal 34,4% al 32,2%. Nello stesso tempo il margine sui servizi è cresciuto dal 60,8% al 63,7%. In linee generale Apple ha un margine del 37,8%. I prodotti sono costati, infatti, 145 mld di $, mentre i prodotti appena 16,8 mld.

Per quanto riguarda il fatturato per i diversi paesi, abbiamo:

  • Le Americhe per 116,9 mld (+4%).
  • L’Europa per 60,3 mld (-3%).
  • La Cina per 43,7 mld (-16%).
  • Il Giappone per 21,5 mld (-1%).
  • L’Asia per 17,8 mld (+2%).

La spesa in ricerca è sviluppo per il 2019 è stata di 16,2 mld di $, contro i 14,2 mld del 2018 e gli 11,6 mld del 2017. La società paga anche meno tasse. Dai 13,4 mld di $ in tasse pagati nel 2018, nel 2019 ne sono stati pagati 10,5 mld. Il tasso medio di tasse è sceso dal 18,3% al 15,9%. A quanto pare la società ha trovato altri metodi per pagarne di meno.

Nel patrimonio della società figurano 17 miliardi di $ in terre ed edifici, contro i 16,2 mld del 2018. Ci sono anche 69,8 mld in macchinari e software.

Tra le note del documento 10-K consegnato alla SEC si legge anche della causa indetta da VirnetX che potrebbe costare 503 milioni di dollari e dell’accordo pluriennale con Qualcomm.

Il valore delle azioni della società è passato dai 100 $ del 2014, ai 116 $ del 2015 e 2016, i 162 $ del 2017, i 240 $ del 2018 e gli attuali 237 $ ad azione. In questo momento il titolo Apple vale 255,8 $ ad azione, con una capitalizzazione totale di 1.156 miliardi di dollari.

Cosa ne pensi?