Se per gli occidentali Apple aveva pubblicato The Surprise, lo spot per il Natale 2019, per gli orientali la società pubblica lo spot Daughter in vista del Capodanno cinese del prossimo 25 gennaio.

Realizzato completamente con un iPhone 11 Pro, e relativi accessori, lo spot è stato registrato da Theodore Melfi, che ebbe una nomination ai Golden Globe nel 2014 per il film St. Vincent.

Lo spot narra la storia di una giovane madre che fa la tassista. Dopo un diverbio con la petulante madre, la donna (l’attrice Zhou Xun) decide di portare con se sua figlia. Visto che non può lasciarla a nessuno per lavorare, la porta con se durante i viaggi in taxi. Questo le genera i continui giudizi di alcuni clienti.

Apple dichiara che lo spot è basato su una storia vera. Al termine, come in tutte le fiabe, la donna si ricongiunge a sua madre. Con un finale molto commovente.

Daughter è di sicuro uno spot migliore di quello dell’anno precedente, The Bucket, dove si raccontavano gli spostamenti dalle campagne alle grandi città per motivi di lavoro.

Lo spot di quest’anno racconta una società in evoluzione. La Cina, anche se legata alle tradizioni, si scopre molto simile all’occidente. C’è il racconto delle pari opportunità (un lavoro ritenuto prettamente maschile), le famiglie moderne (una madre che cresce da sola la figlia), i rapporti familiari e la crescita delle grandi metropoli (visione di grandi strade e ponti).

Apple ha pubblicato anche un video dietro le quinte che mostra come è stato registrato. La cosa interessante è che ad un certo punto non ci si accorge che il video è registrato con uno smartphone.

Leave a comment

Cosa ne pensi?