È da un po’ di anni che Apple compra startup e crea team ad hoc, come quello di Oxford, per migliorare l’intelligenza di Siri. Ad oggi, però, l’assistente digitale non è ancora ad un livello tale da rendere il suo utilizzo quotidiano efficace.

Il processo di miglioramento dell’intelligenza di Siri continua con l’acquisizione di Xnor.ai. Si tratta di una startup con sede a Seattle e realizzata all’interno dell’Allen Institute del recentemente scomparso Paul Allen, socio fondatore di Microsoft.

L’azienda è specializzata nell’utilizzo dell’intelligenza artificiale con l’uso di poca energia, soprattutto nel riconoscimento degli oggetti in tempo reale. Probabilmente la società la utilizzerà anche per la realtà aumentata, oltre per consentire a Siri di riconoscere gli elementi di un’immagine e dare informazioni.

L’acquisizione dovrebbe essere costata circa 200 milioni di $. Una cifra del genere fu spesa nel 2016 per l’acquisto di Turi: una startup esperta nel comprendere le interazioni degli utenti con l’intelligenza artificiale.

Leave a comment

Cosa ne pensi?