Mythic Quest: Raven’s Banquet
Mythic Quest: Raven’s Banquet

Al debutto di Apple TV+, il servizio di streaming video di Apple, la società pensò di dedicarsi a serie TV originali e di qualità, anziché acquistare cataloghi vecchi presenti anche su altre piattaforme.

Visto che le serie originali hanno bisogno di budget e tempo per essere prodotte, la società ha deciso di dedicare una serie per ogni categoria. In modo da coprire gli interessi di un numero molto ampio di persone.

Per la categoria videogame e nerd è stata realizzata Mythic Quest: Raven’s Banquet. Il titolo della serie prende il nome dal gioco prodotto dall’azienda di videogame protagonista della storia.

Probabilmente ispirato dal fenomeno di War of Warcraft, Mythic Quest è un gioco immaginario per il genere MMORPG. Gli utenti possono collegarsi online per vivere in un mondo epico immaginario dove personaggi magici e cavalieri si coalizzano e combattono acquistando potenziamenti e armi. Acquisti che finanziano il team di Ian Grimm (l’attore Rob McElhenney).

Il telefilm Mythic Quest ricorda alla lontana Silicon Valley, terminata nel 2019. Fa parte del genere commedia e si basa sulle dinamiche che si presentano in un team fatto da persone giovani, nello sviluppo di un videogame e gestite da un direttore creativo visionario, bizzarro ed egocentrico.

La serie è stata probabilmente pubblicizzata poco da Apple, che ha preferito puntare il marketing su altre popolate da attori famosi, come The Morning Show.

Mythic Quest: Raven’s Banquet è però una scoperta piacevole. La storia regge e intrattiene. I personaggi diventano simpatici e ci si affeziona. Un linguaggio colorito e l’uso del politically scorrect chiudono il cerchio.

Su Rotten Tomatoes la serie ha collezionato tra i punteggi più alti per una serie di Apple: 94% di preferenze, probabilmente sorprendendo la stessa Apple che ha già deciso di rinnovare per una seconda stagione.

Vi segnalo anche delle piccole curiosità. Il gioco e la serie in generale è stata realizzata con la collaborazione di Ubisoft. Oltre a consigliare sulle dinamiche del team di Mythic Quest, ha sviluppato alcune scene del gioco e alcuni personaggi usati nella storia del videogame.

Da non perdere l’ultimo episodio, il 10°, aggiunto solo a maggio del 2020. La serie era stata pensata per 9 episodi, ma poi la pandemia da COVID-19 ha portato ad aggiungere il 10° episodio dove si immagina il lavoro da remoto del team del gioco.

Un vero capolavoro considerando che c’era il rischio di un episodio noioso e banale, invece la storia del 10° episodio è eccezionale e ricco di emozioni. Da vedere.

Leave a comment

Cosa ne pensi?