La fine della linea Pro tra gli iMac
La fine della linea Pro tra gli iMac

Era giungo del 2017 quando Apple decise di presentare l’iMac Pro. Si trattava di una versione potenziata della linea iMac venduta fino a quel momento. Una sorta di strategia opposta alla linea Educational.

Se in passato Apple vendeva degli iMac depotenziati per abbassare i prezzi e venderli agli studenti, con la linea Pro gli iMac venivano potenziati per offrire più potenza ai professionisti.

Processori da 8, 10 o addirittura 18 core per offrire velocità elevate. Dischi fino a 4 TB, memoria RAM fino a 256 GB. Il risultato era un aumento della velocità fino a 3 volte. Ovviamente anche il budget saliva. Dai 5.599 € per la versione base fino ai 16.999 € per quella potenziata al massimo.

Ma tutto questo ha senso con i SoC M1? Visto che Apple raggiunge prestazioni elevate con i suoi processori proprietari, avere un iMac Pro è realmente l’indice del massimo della velocità? A quanto pare no.

La società non ha ancora aggiornato la linea desktop con gli M1. Probabilmente lo farà presto perché ora gli iMac Pro non sono più in vendita. Apple ha deciso di eliminare questa versione.

I prossimi iMac, quindi, saranno di loro natura già Pro grazie ai processori basati su architettura ARM. Al momento non sappiamo quando arriveranno, ma secondo le indiscrezioni la società lavora a un design tutto nuovo, con varianti di colore e linee squadrate simile a quelle del Pro Display XDR.

Se state pensando di acquistare un iMac, quindi, il consiglio è di attendere i nuovi modelli.

Join the Conversation

1 Comment

  1. Toglierli significa che non hanno un’equivalente in potenza con Apple silicon (imho)

Leave a comment

Cosa ne pensi?