I filtri nella ricerca dell’App Store
I filtri nella ricerca dell’App Store

Il 70% delle app nell’App Store sono scaricate grazie al motore di ricerca integrato. Purtroppo il motore di Apple non integra la funzione “forse stavi cercando” che corregge le ricerche. Questa funzione è un brevetto di Google che non dà in licenza a nessuno.

Per migliorare le ricerche, però, la società sta testando l’integrazione dei filtri. In pratica non solo sarà possibile fare una ricerca inserendo una parola chiave, ma da questa si possono associare gruppi di parole, come dei tag, per entrare nel dettaglio.

Per fare un esempio se scriviamo “foto” ci appariranno le app di fotografia, ma a quella parola possiamo associare altri tag per avere un elenco più dettagliato. Tag come “filtri”, “editing”, “storage”, “collage” e così via.

L’App Store suggerirà i tag associabili alla parola principale mediante una riga che appare nell’elenco delle ricerche. L’utente potrà selezionare una o più tag evidenziandoli, per ottenere un elenco sempre più specifico.

Al momento la funzione pare sia apparsa a chi possiede la beta di iOS 14.5, ma per il mercato italiano non è stata ancora integrata. Probabilmente la società sta testando il sistema per il mercato USA per poi estenderlo agli altri paesi.

Lo scorso febbraio Apple integrò un’area di app consigliate quando si entra nell’area di ricerca dell’App Store.

Leave a comment

Cosa ne pensi?