Il 22 aprile sarà la Giornata della Terra. Un giorno dove si ricorda l’importanza di salvaguardare l’ambiente e non metterci nelle condizioni di estinguerci. Un tema che Apple ha molto a cuore. La società sta investendo miliardi di dollari per impattare il meno possibile sull’ambiente.

Di recente, per esempio, Apple ha investito 200 milioni di $ per riforestare parti della savana africana. L’obiettivo è avere impatto zero nella produzione di CO2 entro il 2030, ma non solo per gli edifici gestiti direttamente da Apple, ma per tutta la filiera produttiva. Anche quella delle aziende partner.

Se volete approfondire c’è il recente report 2020 sull’ecologia di Apple. Un file PDF da oltre 100 pagine con tutte le iniziative e i progressi svolti dalla società. Per esempio all’interno si legge che:

  • Le iniziative di riduzione di CO2 hanno consentito di evitare le emissioni di 15 milioni di tonnellate di CO2.
  • Più di 100 aziende partner utilizzano 100% energia pulita.
  • L’efficienza energetica ha consentito di ridurre l’uso di energia per 13,9 milioni di kWh.
  • Il 71% delle emissioni di CO2 si devono alla filiera produttiva. L’1% per i viaggi aerei dei dipendenti, l’8% per il trasporto delle merci e il 19% per l’uso dei prodotti.

Molto interessante leggere inoltre che:

  • L’uso dei SoC M1 nei Mac hanno ridotto i consumi di energia del 34%.
  • Grazie all’uso di alluminio riciclato le emissioni di CO2 si sono ridotte del 72% per la lavorazione di questo materiale.
  • Dal 2015 le confezioni usano il 65% di plastica in meno.

Interessante vedere anche gli sforzi che Apple sta perpetrando per aumentare la longevità dei prodotti. I dispositivi sono migliorati anno dopo anno per renderli più resistenti e facili da riparare, al fine di ridurre l’impatto nelle discariche.

Tutti i dettagli sono presenti nel documento pubblicato da Apple.

Leave a comment

Cosa ne pensi?