Gli Apple Vision Pro
Gli Apple Vision Pro

È stato il protagonista della WWDC 2023. Gli Apple Vision Pro è il casco per la mixed reality, o dello spatial computing come lo chiama la società, che dovrebbe rinnovare un settore che sembrava ormai cotto.

Dopo molte beta e anticipazioni, ora c’è una data ufficiale per l’acquisto. Il prossimo 2 febbraio sarà possibile comprarlo, ma solo negli Stati Uniti. Una strategia che ricorda quella del primo iPhone.

Dal 19 gennaio, invece, partiranno le prenotazioni. All’acquisto, che avverrà solo negli Apple Store (quindi non rivenditori), sarà fornito un workshop da parte del personale di Apple che aiuterà i clienti nel setup iniziale, offrendo loro consigli sull’utilizzo.

Cos’è il Vision Pro?

Il Vision Pro non è un semplice dispositivo, ma una vera e propria pietra miliare nella storia dell’informatica. Si tratta di un computer spaziale, una categoria di dispositivi completamente nuova che trasforma il modo in cui le persone lavorano, interagiscono e si divertono.

Grazie al sistema operativo visionOS, il Vision Pro integra perfettamente i contenuti digitali con il mondo fisico, creando un’esperienza immersiva e intuitiva che va oltre i confini dei display tradizionali.

Le principali caratteristiche del Vision Pro

Il Vision Pro presenta una serie di caratteristiche innovative che lo distinguono da qualsiasi altro dispositivo sul mercato. Dotato di un sistema di visualizzazione ad altissima risoluzione di 23 milioni di pixel, incorpora un chip Apple R1 personalizzato in un design dual-chip unico, garantendo che ogni esperienza avvenga in tempo reale davanti agli occhi dell’utente.

La tecnologia micro-OLED permette di offrire un’esperienza visiva senza precedenti, con una risoluzione che supera quella di qualsiasi altro visore. Inoltre, il dispositivo è stato progettato per adattarsi perfettamente all’utente: grazie a una mascherina sul retro, è possibile aggiungere delle lenti ZEISS graduate per chi ha bisogno di correzione visiva.

Tra le altre caratteristiche principali del Vision Pro, vi sono:

  • Un’interfaccia tridimensionale che libera le app dai confini di un display, consentendo loro di apparire affiancate a qualsiasi scala
  • Un sistema audio avanzato per un’esperienza di intrattenimento coinvolgente in audio spaziale
  • Un sistema di fotocamera tridimensionale per catturare e rivivere i ricordi con audio spaziale
  • La possibilità di connettersi con gli altri attraverso FaceTime e altre app

Il sistema operativo visionOS

Il cuore del Vision Pro è visionOS, il primo sistema operativo spaziale al mondo, progettato appositamente per supportare i requisiti di bassa latenza del calcolo spaziale.

Basato sull’innovazione ingegneristica di macOS, iOS e iPadOS, visionOS offre esperienze spaziali potenti, sbloccando nuove opportunità sia nel lavoro che a casa.

Le foto spaziali del Vision Pro
Le foto spaziali del Vision Pro

Chi indossa il Vision Pro si trova di fronte a una nuova interfaccia tridimensionale che rende i contenuti digitali presenti e tangibili nel mondo fisico dell’utente.

Per navigare e interagire con i contenuti spaziali, il dispositivo introduce un sistema di input completamente nuovo, controllato dagli occhi, dalle mani e dalla voce dell’utente.

EyeSight: un’innovazione rivoluzionaria

Una delle caratteristiche più innovative del Vision Pro è EyeSight, un sistema che aiuta gli utenti a rimanere connessi con le persone intorno a loro. Quando una persona si avvicina a qualcuno che indossa il Vision Pro, il dispositivo diventa trasparente, permettendo all’utente di vederla e mostrando contemporaneamente gli occhi dell’utente.

Quando l’utente è immerso in un ambiente o utilizza un’app, EyeSight fornisce segnali visivi agli altri su ciò su cui l’utente è concentrato. Questa caratteristica fornisce un’interazione più umana, permettendo all’utente di interagire con il mondo esterno invece di estraniarsi completamente da esso, come avviene con i comuni visori VR.

Un design rivoluzionario

Il design del Vision Pro si basa sull’innovazione e sull’esperienza di Apple nella progettazione di prodotti ad alte prestazioni come Mac, iPhone e dispositivi indossabili come Apple Watch. Il risultato è un dispositivo di elettronica personale estremamente avanzato, che racchiude una quantità sorprendente di tecnologia in un design compatto e bellissimo.

Progettato come un sistema modulare, il Vision Pro permette agli utenti di personalizzare la vestibilità. La sua struttura è composta da un unico pezzo di vetro laminato tridimensionale che si curva delicatamente attorno al viso dell’utente e si fonde con il telaio in lega di alluminio personalizzato.

Il “Light Seal“, realizzato in un tessuto morbido, si adatta al viso dell’utente per una vestibilità precisa, mentre le cinghie flessibili garantiscono che l’audio rimanga vicino alle orecchie dell’utente.

Innovazioni hardware senza rivali

Il Vision Pro è progettato per offrire prestazioni di calcolo fenomenali in un formato indossabile compatto. Dotato di un sistema di visualizzazione ultra-alta risoluzione basato su un chip di silicio Apple, il dispositivo utilizza la tecnologia micro-OLED per imballare 23 milioni di pixel in due display, ciascuno delle dimensioni di un francobollo.

La ricostruzione della persona nel Vision Pro
La ricostruzione della persona nel Vision Pro

Questa svolta tecnologica, combinata con lenti catadiottriche personalizzate che consentono una nitidezza e chiarezza incredibili. Il sistema audio spaziale avanzato crea la sensazione che i suoni provengano dall’ambiente circostante l’utente e si adattino al suono allo spazio.

Il dispositivo è costruito su una solida base di privacy e sicurezza e mantiene gli utenti nel controllo dei loro dati. Fa il suo debutto un inedito sistema di riconoscimento biometrico: Optic ID.

Questo è un nuovo sistema di autenticazione sicuro che analizza l’iride di un utente sotto diverse esposizioni di luce LED invisibile e la confronta con i dati Optic ID registrati protetti dal Secure Enclave per sbloccare istantaneamente il Vision Pro.

I dati Optic ID dell’utente sono completamente crittografati, non sono accessibili alle app e non lasciano mai il dispositivo, il che significa che non vengono archiviati sui server Apple.

Le tecnologie per sviluppatori dietro il Vision Pro

Apple sta fornendo agli sviluppatori i primi framework e le prime API per sviluppare in questo ambiente. Tutte le app create per iOS e iPadOS si potranno riprodurre in visionOS mediante delle finestre fluttuanti.

Il sistema, però, non si ferma alle finestre fluttuanti. Il vero potenziale sarà liberato quando ci saranno app dedicate allo sfruttamento dello spazio disponibile nella vision computing.

Per esempio al debutto sono previsti alcuni giochi come Super Fruit Ninja e Game Room. Inoltre saranno disponibili 150 film in 3D per avere maggiore immersione nella visione.

Tra le prime app a essere ottimizzate ci sono anche Fantastical, Freeform, JigSpace, Slack e alcune app di Microsoft come Teams.

Disponibilità e prezzi

I preordini di Vision Pro negli Stati Uniti partiranno dal 19 gennaio e gli utenti dovrebbero ricevere i primi dispositivi dal 2 febbraio. Il prezzo del visore è di 3.499 $; Apple indica la presenza di 256 GB di storage a bordo.

Le lenti ZEISS costeranno 99 $ nella versione da lettura, mentre i vetri graduati costeranno 149 $ e potranno essere attaccati magneticamente al casco con un inserto magnetico.

In conclusione, il Vision Pro rappresenta un passo avanti significativo nel futuro della realtà aumentata. Con un design rivoluzionario, una serie di caratteristiche innovative e un forte impegno per la privacy e la sicurezza, Apple sta ancora una volta ridefinendo i confini del possibile nel mondo della tecnologia.

Leave a comment

Cosa ne pensi?