Alcune novità di iOS 17.4
Alcune novità di iOS 17.4

Apple ha recentemente annunciato una serie di cambiamenti importanti per l’ecosistema iOS nel mercato europeo. Questi cambiamenti, che entreranno in vigore con l’aggiornamento iOS 17.4, attualmente distribuito nella sua prima beta agli sviluppatori, includono l’introduzione del sideloading, la riduzione delle commissioni per gli sviluppatori e la possibilità di utilizzare sistemi di pagamento di terze parti.

Sono novità che Apple introduce a malincuore, considerando che arrivano solo grazie al DMA (Digital Markets Act) voluto dall’Unione Europea. Infatti le novità riguardano solo gli iPhone venduti in Europa e attivati con un account europeo.

Per la prima volta i nostri amici americani restano a bocca asciutta in termini di novità per l’iPhone. Fenomeno che fino a oggi era stato sempre inverso.

Sideloading: Cosa significa e come funziona

Il sideloading, o l’installazione di app da fonti diverse dall’App Store, è una funzionalità che gli utenti Android hanno avuto per anni.

Con iOS 17.4, Apple si apre al sideloading, permettendo agli sviluppatori di distribuire le loro app al di fuori dell’App Store. Questo significa che gli sviluppatori potranno avere un maggiore controllo sulla distribuzione delle loro app e potranno evitare le commissioni dell’App Store.

A suo svantaggio questa pratica porta a non usufruire della visibilità dell’App Store e ovviamente apre le porte a dei problemi di sicurezza.

Il passaggio al sideloading: Un cambiamento epocale

Mentre il sideloading può sembrare una piccola modifica, rappresenta un cambiamento significativo nella politica di Apple. Per anni, l’App Store è stato l’unico modo per gli sviluppatori di distribuire le loro app agli utenti iOS.

Questo ha permesso ad Apple di mantenere un controllo stretto sull’ecosistema iOS, ma ha anche portato a critiche per la mancanza di concorrenza e la percentuale di commissioni prelevata da Apple su ogni vendita.

Con il sideloading, gli sviluppatori avranno la possibilità di distribuire le loro app attraverso negozi di app alternativi o direttamente attraverso i loro siti web. Questo potrebbe ridurre il potere di Apple nel mercato delle app e dare agli sviluppatori più libertà nella distribuzione delle loro app.

Sideloading e sicurezza: Una questione delicata

Mentre il sideloading offre agli sviluppatori più libertà, presenta anche nuovi rischi per la sicurezza. Una delle principali forze dell’App Store è il rigido processo di revisione che Apple utilizza per garantire che tutte le app siano sicure e rispettino le linee guida dell’App Store.

Con il sideloading, gli utenti potrebbero essere esposti a un rischio maggiore di scaricare app dannose o malevole. Per mitigare questo rischio, Apple ha annunciato una serie di nuove misure di sicurezza, tra cui la notarizzazione delle app e delle nuove protezioni contro il malware.

Nuovi termini commerciali per gli sviluppatori

Oltre all’introduzione del sideloading, Apple ha anche annunciato una serie di nuovi termini commerciali per gli sviluppatori nell’UE. Questi nuovi termini includono una riduzione delle commissioni per gli sviluppatori e la possibilità di utilizzare sistemi di pagamento di terze parti.

Riduzione delle commissioni per gli sviluppatori

Con iOS 17.4, Apple ridurrà le sue commissioni per gli sviluppatori nell’UE. Attualmente, Apple preleva una commissione del 30% su tutte le vendite di app e acquisti in-app.

Con i nuovi termini, questa commissione sarà ridotta al 17% per tutte le transazioni digitali e al 10% per la maggior parte degli sviluppatori e delle sottoscrizioni dopo il primo anno se non superano 1 milione di € di fatturato.

Questa riduzione delle commissioni potrebbe rendere l’App Store più attraente per gli sviluppatori e potrebbe aiutare ad alleviare alcune delle critiche che Apple ha ricevuto per le sue pratiche commerciali.

Sistemi di pagamento di terze parti

Inoltre, Apple permetterà agli sviluppatori di utilizzare sistemi di pagamento di terze parti per le transazioni all’interno delle loro app.

Questo significa che gli sviluppatori non saranno più obbligati a utilizzare il sistema di pagamento di Apple per le transazioni in-app, che attualmente prevede una commissione del 30%.

L’apertura a sistemi di pagamento di terze parti potrebbe offrire più flessibilità e potrebbe anche portare a una maggiore concorrenza nel mercato dei pagamenti digitali.

Apple introdurrà etichette sulla pagina del prodotto dell’App Store che informano gli utenti quando un’app che stanno scaricando utilizza un processamento dei pagamenti alternativo. Questo aiuterà gli utenti a capire quando non stanno effettuando transazioni con Apple, e quando uno sviluppatore li sta indirizzando a effettuare transazioni utilizzando un sistema di pagamento alternativo.

L’apertura ai negozi di app di terze parti

Un altro cambiamento significativo annunciato da Apple è l’apertura ai negozi di app di terze parti. Questo significa che le aziende potranno creare i propri negozi di app su iOS, offrendo agli sviluppatori un’alternativa all’App Store.

Tra i primi negozi a nascere potremmo vedere Epic Games, Microsoft e Setapp che già da tempo hanno annunciato il loro interesse in questa opzione.

Creare un negozio di app alternativo

Per creare un negozio di app alternativo, gli sviluppatori avranno accesso a nuove API e strumenti. Questi strumenti permetteranno di offrire le loro app per il download da negozi di app alternativi.

Inoltre, Apple permetterà agli sviluppatori di utilizzare motori di browser alternativi per le app del browser e per le app con esperienze di navigazione in-app.

Questo potrebbe offrire più libertà nel design delle loro app e potrebbe portare a una maggiore concorrenza tra i browser su iOS.

Mantenere la sicurezza con i negozi di app di terze parti

Mentre l’apertura ai negozi di app di terze parti offre più opportunità agli sviluppatori, presenta anche nuovi rischi per la sicurezza. Per mitigare questi rischi, Apple sta introducendo una serie di misure di sicurezza, tra cui la notarizzazione delle app e l’autorizzazione per gli sviluppatori del marketplace.

La notarizzazione delle app sarà un processo di revisione che si applica a tutte le app, indipendentemente dal loro canale di distribuzione. Questo processo combinerà controlli automatizzati e revisioni umane per garantire l’integrità della piattaforma e la protezione degli utenti.

L’autorizzazione per gli sviluppatori del marketplace garantirà che questi sviluppatori si impegnino a rispettare i requisiti continui che aiutano a proteggere gli utenti e gli sviluppatori.

Implementazione di motori di ricerca alternativi

Un’altra importante novità introdotta con iOS 17.4 riguarda la possibilità per gli sviluppatori di utilizzare motori di ricerca alternativi per le loro app di navigazione web.

Fino a ora, Apple ha permesso solo l’uso del suo motore WebKit per le app di navigazione web. Con il nuovo aggiornamento, gli sviluppatori potranno utilizzare motori di ricerca diversi da WebKit per le loro app di navigazione web e per le app con esperienze di navigazione in-app.

Quando gli utenti dell’UE apriranno Safari per la prima volta, vedranno una schermata di scelta che elenca una serie di browser predefiniti tra cui scegliere. Questa mossa risponde alle richieste della DMA, consentendo agli utenti di scegliere il loro browser predefinito.

Conclusioni

L’aggiornamento iOS 17.4 segna una svolta significativa per Apple e per l’ecosistema iOS in generale. L’introduzione del sideloading, la riduzione delle commissioni per gli sviluppatori e l’apertura ai sistemi di pagamento di terze parti rappresentano cambiamenti significativi che potrebbero avere un impatto profondo sul mercato delle app.

Join the Conversation

2 Comments

  1. Ottimo. Brava UE! Era ora che si potesse installare un vero browser alternativo anche su iOS. Inoltre finalmente vedremo su iOS app finora bloccate dai reviewers di Apple. Fino ad oggi le app non venivano bloccate solo per ragioni di sicurezza o qualità, ma spesso venivano ostacolate anche per motivi totalmente arbitrari, solo perché un’app andava in concorrenza diretta con alcuni prodotti di Apple o perché lo si voleva usare con un accessorio non approvato da apple (cavi e periferiche dell’ecosistema). Vedremo cosa succederà ora. Per apple sarà un bel bagno di realtà.

Leave a comment

Cosa ne pensi?