theChallenge: chi è Alfredo Rizzo

Alfredo Rizzo

I lavori proseguono incessanti per theChallenge: la sfida che porterà il mio team, i single(TEN), alla realizzazione di un’app finale. In queste settimane siamo passati dalla fine della fase di ricerca e progettazione, arrivando alla scrittura delle prime linee di codice.

A tal proposito oggi vi parlo di un altro membro del team. Conosciamo Alfredo Rizzo che si focalizzerà sul codice dell’app. Ecco cosa ci siamo detti.

Ciao Alfredo, se dovessi descriverti ad una persona che mi ha chiesto di te, cosa dovrei dirle in 60 secondi?

Sono uno studente di ingegneria informatica quasi alla fine degli esami e partecipo con passione alla Apple Developer Academy. Durante quest’anno ho partecipato a diversi progetti riguardanti lo sviluppo di app concentrandomi principalmente sulla programmazione, che mi ha permesso di conoscere Swift e di accrescere le mie skill personali. Ho partecipato a diversi progetti, che coinvolgevano vari team, sviluppando diverse app tramite lavoro di gruppo. Tra le app che hanno avuto più successo, c’è stata Rosarium. Inoltre ho esperienza di C++, C e Java. Il mio obiettivo futuro è di continuare a migliorarmi.

Come mai hai deciso di fare l’Apple Developer Academy?

Per la mia passione per l’informatica, per i miei studi universitari e per migliorare le mie skill ed apprenderne di nuove grazie alla formazione unica fornita dall’Academy.

Quali sono le differenze di chi eri prima dell’Academy e chi sei adesso?

Prima dell’Academy non lavoravo molto in gruppo ed ero poco abituato alla condivisione delle conoscenze per un obiettivo comune. Le esperienze acquisite nei progetti e le conoscenze datemi dai miei compagni di team mi hanno arricchito con il piacere di lavorare e saper lavorare bene in squadra, e di riuscire ad ottenere buoni risultati anche sotto pressione.

Mi dai brevemente le tue impressioni su questa esperienza?

L’Apple Developer Academy è un’esperienza umana, formativa e lavorativa completa per chi vuole lavorare soprattutto nel settore dello sviluppo mobile. I progetti, che si intraprendono, permettono di crescere e migliorare se stessi, giorno per giorno.

Cosa speri di fare una volta uscito dall’Academy?

Spero di continuare a progettare e realizzare app nel settore dello sviluppo mobile.

Se ti dessi uno specchio magico dove potresti vederti tra 10 anni, cosa vedresti?

Vedrei io che sto bevendo un drink sdraiato sotto ad un ombrellone piantato su una spiaggia di un’isola tropicale.

C’è una domanda che ai colloqui fanno sempre: dicci un tuo difetto. Tu quale diresti?

Sono orgoglioso.

Qual è il tuo compito in theChallenge?

Il mio compito principale è lavorare alla parte di coding all’interno dell’app, ma sicuramente aiuterò il gruppo nel caso in cui ci sia bisogno di un sforzo maggiore da dedicare ad altre aree riguardanti il progetto.

Se una persona volesse contattarti, come potrebbe fare?

Mi può contattare all’indirizzo [email protected]

Cosa ne pensi?