Ming-Chi Kuo: Apple sta vendendo il 20% di iPhone in meno

iPhone Xr

Come saprete si vocifera che Apple stia vendendo sempre meno iPhone. La società di Cupertino starebbe perdendo terreno per colpa della lenta evoluzione di iOS, a cui si aggiunge una concorrenza spietata dalle aziende cinesi, che vendono smartphone a prezzi decisamente inferiori a quelli applicati sugli iPhone.

A quanto pare offrire un’ottima assistenza tecnica, qualità, sicurezza, privacy, affidabilità ed estetica non basta più. Gli utenti chiedono qualcosa in più, come dei prezzi più abbordabili, servizi esclusivi e longevità dei dispositivi. A questo si aggiunge lo scemare della sensazione di far parte di una comunità, con un dialogo sempre meno presente da parte dell’azienda. Una strategia adottata per evitare di offuscare il valore del brand.

Questo si traduce in un calo delle vendite. Notizia che la società sta provando a insabbiare non comunicando i dati di vendita degli iPhone, in termini di unità. Gli analisi e le aziende di analisi, però, riescono a stimare questi dati medianti degli strumenti matematici.

L’analista Ming-Chi Kuo, per esempio, dichiara che il calo delle vendite raggiungerà ben il 20%. Si tratta di una brutta notizia per due ragioni: è il calo più significativo per gli iPhone; inoltre siamo nel bel mezzo della campagna natalizia. Il periodo più ricco per Apple.

Gli iPhone Xr, anche se Apple al momento dice il contrario, vendono ancora al rilento e questo avrebbe convinto la società a chiedere un nuovo taglio di ordini agli assemblatori cinesi. Secondo Kuo la società venderà tra i 38 e i 42 milioni di iPhone nel prossimo trimestre, contro i 50 milioni dello stesso trimestre del 2018.

In totale la società dovrebbe vendere tra i 188 e i 194 milioni di iPhone nel 2019, contro i 210 milioni venduti nel 2018. Un calo che dovrebbe spingere la società ad impegnarsi di più nell’offrire prodotti migliori e prezzi più abbordabili.

Cosa ne pensi?