Tra Apple e Qualcomm scoppia la pace, le due aziende si accordano

Arrivano buone notizie nel mondo dei chip. Apple e Qualcomm hanno finalmente sotterrato l’ascia di guerra. È bastata l’ipotesi di un accordo tra Apple e Huawei sui chip 5G per portare tutti su una dimensione di buon senso.

Ma breve riassunto: Apple aveva stralciato gli accordi sui chip di Qualcomm, essenzialmente i modem degli iPhone, perchè riteneva che quest’ultima avesse fatto fuori la concorrenza per aumentare i prezzi dei chip. In effetti diversi governi hanno sentenziato che Qualcomm ha operato in posizione dominante.

Quest’ultima si è difesa facendo causa ad Apple per i brevetti utilizzati negli iPhone, bloccando le vendite in Germania e Cina. Apple a sua volta ha contrattaccato con altre cause, per annullare i brevetti in questione, in un turbine infinito di blocchi e perdite di soldi e tempo.

Secondo il Financial Time c’era in ballo un mercato da 27 miliardi di $, di cui 7 miliardi in licenze non pagate, 2 miliardi in royalties già pagate e lo spettro di altre cause simili da parte di altre aziende. Da qui la decisone di un accordo.

Come riporta Apple nel suo sito, le due aziende fermano le cause legali reciproche e si accordano per un nuovo contratto di licenze e acquisto di chip. Apple sostanzialmente pagherà una cifra non precisata a Qualcomm in cambio dell’uso di alcuni brevetti e l’acquisto di chip per almeno 6 anni.

A questo punto l’iPhone con supporto alle reti 5G potrebbe arrivare quest’anno.

Cosa ne pensi?