Intel ferma il progetto dei modem 5G

A quanto pare in futuro i modem degli iPhone saranno solo di Qualcomm, a meno fino a quando la società di Cupertino non riuscirà a fabbricare un chip sviluppato nei suoi laboratori.

Questa conferma avviene incrociando le ultime manovre nel settore. Da un lato abbiamo la pace scoppiata tra Apple e Qualcomm. Le due aziende hanno stretto un accordo pluriennale per un contratto di licenze su alcuni brevetti e l’acquisto dei chip 5G. Un accordo che gli esperti hanno quantificato per 6 miliardi di $.

Dall’altro lato abbiamo la decisione di Intel di dismettere la produzione dei chip 5G. A quanto pare il gigante dei processori aveva accumulato troppi ritardi, costringendo Apple a stringere accordi con Qualcomm. La perdita di commesse, con la relativa perdita di entrate, ha portato alla decisione di terminare il progetto per evitare di accumulare costi senza ritorno economico.

Per la Moor Insights & Strategy questa divisione costava 1 miliardo di $ l’anno per la ricerca, con un possibile prodotto pronto solo per il 2020.

Secondo il Wall Street Journal, Apple aveva anche meditato di acquistare la divisione dei modem 5G di Intel per occuparsi del progetto personalmente. A quanto pare i tempi di sviluppo della tecnologia sarebbero stati troppo lunghi, tanto da portare ad uno slittamento dell’iPhone con supporto 5G troppo in avanti. Tanto da annullare il vantaggio competitivo nel mercato.

Ad ogni modo l’iPhone con supporto alle reti 5G potrebbe non essere presentato quest’anno, ma il prossimo anno. Con l’arrivo di questa tecnologia sugli iPad nel 2021. Poco male, però, visto che al momento la diffusione delle reti 5G in Italia e in Europa non è stata ancora terminata.

Cosa ne pensi?