iFixIt smonta il nuovo MacBook Pro 2019: più batteria ma più difficile da riparare

MacBook Pro smontato

Qualche giorno fa Apple ha attuato una serie di aggiornamenti, anche se lievi, al MacBook Pro e al MacBook Air. Si tratta di piccoli update hardware per rendere questi dispositivi più attuali. Per esempio nei MacBook Pro sparisce la versione senza la Touch Bar.

iFixIt ha voluto scoprire se all’interno è stato cambiato qualcosa oppure se è rimasto tutto invariato rispetto alla versione dello scorso anno. In effetti per la versione da 13” qualcosa è cambiato. Per esempio la batteria è ora leggermente più potente.

Questa ora è da 58,2 Wh contro i precedenti 54,2 Wh. Si ipotizza che serva ad alimentare la Touch Bar e il chip T2 lasciando invariata l’autonomia, che resta a 10 ore. Inoltre per far spazio al sensore del Touch ID ora il dissipatore del calore è leggermente più corto.

Non sappiamo se questo porterà il computer a riscaldarsi di più. È stato ridotto leggermente anche uno degli speaker. Anche questa mossa non si sa se dettata da un’ottimizzazione hardware oppure se le dimensioni più piccole porteranno a dei cambiamenti qualitativi.

La tastiera a farfalla è l’ultima versione, quella con l’uso del nylon per foderare i tasti. Negli altri componenti si vede che lo speaker e le porte Thunderbolt ora sono modulari, per una più rapida riparazione. Il disco SSD, però, ora è saldato.

In totale iFixIt ha dato 2 punti su 10 (dove 10 il massimo della semplicità nelle riparazioni). Il trackpad si può riparare, ma la batteria è piena di colla, inoltre disco SSD e RAM sono saldati rendendone impossibile la riparazione.

Cosa ne pensi?