Personalmente non l’ho mai provato, ma chi è soggetto a forte stress, in un periodo non molto sereno, potrebbe essere soggetto ad attacchi di panico. Quasi sicuramente quando giunge per la prima volta non si sa di averlo, portando ad ulteriore spavento in cerca di una spiegazione.

Ma in cosa consiste? Improvvisamente, non necessariamente collegato ad un evento scatenante, ci si sente accaldati. Presi da capogiri ci si sente intorpiditi, con gli arti formicolanti, a volte con la nausea e i battiti accelerati. Possono anche sopraggiungere dolori al torace e tremori.

Cercando di dare una spiegazione al fenomeno, anche il cervello inizia a lavorare velocemente. Si ha paura di perdere il controllo, di non poter gestire il proprio corpo, fino ad arrivare alla paura di morire.

Come sapere se tutto questo è etichettabile come attacco di panico oppure no? Con watchOS 7 potrebbe dircelo l’Apple Watch. Seconde recenti indiscrezioni, infatti, la società starebbe per integrare un algoritmo in grado di rilevare gli attacchi di panico.

In caso di forte attacco di stress l’orologio consiglierà all’utente un esercizio respiratorio per riprendere il controllo. Insieme a questo nuovo sistema dovrebbe arrivare anche un algoritmo in grado di monitorare il livello di ossigeno nel sangue e il monitoraggio del sonno.

Leave a comment

Cosa ne pensi?