Twitter vocali

Dite la verità, l’idea era venuta anche a voi. Perchè scrivere messaggi di testo se si potrebbe condividere delle note vocali? In effetti questa idea è venuta a molte persone e infine anche al team di Twitter.

Il noto servizio di micro blogging ha deciso di effettuare il grande passo. Dopo essere passata da 140 a 280 caratteri, la società ha deciso di integrare le note vocali.

Per allegare un messaggio vocale ad un tweet basta usare l’apposito pulsante di registrazione. Io l’ho trovato nella versione 8.23 dell’app. In pratica si preme il pulsante di registrazione e si parla. Al termine lo si preme di nuovo. Volendo si possono registrare anche più messaggi toccando lo stesso messaggio.

Al termine si allega l’audio al tweet e volendo si può aggiungere del testo come accade di solito. Attenzione, però, i messaggi vocali hanno un limite di 140 secondi. Lo stesso numero dei primi tweet.

L’idea potrebbe essere molto utile per le persone che non possono leggere, come i ciechi, ma anche per condividere dei suoni o delle note vocali contenenti inflessioni e pause.

Qualche settimana fa la società integrò i fleets: delle stories con messaggi in grado di durare appena 1 giorno.

Leave a comment

Cosa ne pensi?