Il Cashback di Stato usa l’app IO
Il Cashback di Stato usa l’app IO

L’iniziativa del cashback di Stato è finalmente iniziata. Da oggi sarà possibile preparare l’abilitazione, per poi iniziare a registrare gli acquisti da domani, 8 dicembre, giorno in cui partiranno gli accumuli. Ma in cosa consiste?

Cos’è il cashback di Stato?

Cashback significa vedersi tornare indietro del denaro. In questo caso il 10%. Per il mese di dicembre bisogna effettuare almeno 10 operazioni nei negozi pagando con le carte di credito o bancomat. Per ogni transazione si potranno ricevere al massimo 15 € fino a un totale di 150 €. Ma facciamo degli esempi.

Se spendiamo 300 € in una singola operazione, per esempio comprando un monopattino presso un negozio, riceveremo il massimo cioè 15 €. Se spendiamo 60 € al supermercato riceveremo 6 €. Per ottenere l’accumulo di queste somme dovremo effettuare almeno 10 pagamenti entro la fine di questo mese. Valgono solo gli acquisti presso i negozi fisici. Gli acquisti online sono esclusi, così come sono esclusi gli acquisti per aziendali.

Da gennaio, invece, avrete 6 mesi di tempo per compiere 50 operazioni. Anche in questo caso il cashback è di 150 € massimo. Anche nei 6 mesi seguenti vale lo stesso principio. Quindi in totale per la fine del 2021 potremmo accumulare un bonus massimo di 150 € per dicembre, 150 € per il primo semestre e 150 € per il secondo semestre per un totale di 450 €.

Il sistema genera anche una classifica generale di persone che effettuano il maggior numero di operazioni con le carte. I primi 100.000 italiani per numero di operazioni vedranno un bonus di 3.000 € che si aggiungerà ai 450 €.

Come si attiva il cashback?

Per attivarlo vi servono 3 cose:

  • L’autenticazione SPID
  • L’app IO
  • Le carte di credito o bancomat e l’IBAN del vostro conto

Scaricate l’ultima versione dell’app IO, nel momento in cui vi parlo la 1.11, ed entrate mediante l’autenticazione SPID.

Nella sezione Portafoglio troverete la sezione Cashback. Qui vi sarà chiesto di inserire il vostro codice IBAN, successivamente potrete aggiungere le carte di credito e bancomat.

Le carte di credito vanno aggiunte manualmente una alla volta, inserendo il codice, la scadenza a il codice di sicurezza che trovate sul retro della carta. Di solito è di 3 cifre.

Per i bancomat, entrando nell’apposita sezione e saltando la ricerca per nome della banca, vedrete una rilevazione automatica delle carte. In pratica il sistema cercherà le carte associate al vostro codice fiscale e le aggiungerà nell’elenco.

Una volta aggiunte tutte le carte di credito e bancomat siete pronti. Ogni volta che andrete in un negozio ed effettuerete un acquisto sarà registrata la transazione utile a concorrere al bonus.

E Apple Pay?

Nell’app IO c’è anche una sezione dedicata ad Apple Pay e Google Pay. Non sono ancora disponibili. Se non le attivate non significa che non potrete usare i sistemi di Apple e Google. Li potrete usare e addebitare gli acquisti come se usaste le carte fisiche.

Semplicemente quando sarà disponibile quella sezione potrete aggiungere direttamente Apple Pay anziché ogni singola carta. Così tutte le carte registrate precedentemente in Apple Pay saranno conteggiate negli acquisti.

È una sorta di ottimizzazione non urgente al momento. Potrete inserire le carte singolarmente e ottenere lo stesso risultato.

L’iniziativa cashback è molto utile per abituare le persone all’uso delle carte e rendere l’Italia cashless. Con il passare dei mesi creerà un’abitudine e mostrerà alle persone e i negozianti tutti i vantaggi nel non gestire il denaro contante.

Vi ricordo che per i commercianti le commissioni per i pagamenti fino a 5 € sono state annullate. Quindi non pagheranno nulla alle banche. Alcuni circuiti si stanno organizzando anche per aumentare queste soglie. Per esempio Banca Intesa non fa pagare commissioni ai negozianti fino a 10 € e si sta lavorando per portare la soglia a 25 €.

Il cashback di Stato si aggiunge all’iniziativa la Lotteria degli Scontrini.

Leave a comment

Cosa ne pensi?