Apple Watch e il tono cardiovascolare
Apple Watch e il tono cardiovascolare

L’Apple Watch ha di recente visto delle migliorie nel monitoraggio della salute del cuore. La società di Cupertino ha migliorato le rilevazioni delle anomalie dei battiti per notare la fibrillazione atriale.

Questa funzione ha permesso di salvate molte vite. Persone che si sono rivolte al medico solo dopo aver ricevuto la notifica dall’Apple Watch. La fibrillazione atriale può avvenire tra i 100 e i 175 battiti al minuto. Prima di watchOS 7.2 l’algoritmo di Apple si accorgeva solo di quelle sopra i 120 battiti. Ora si accorge anche di quelle dai 100 battiti.

L’altra novità è la funzione di monitoraggio del tono cardiovascolare. Questi indica la capacità del corpo di mettere in circolo e utilizzare l’ossigeno e si misura con il VO2 max.

Il VO2 max è un valore che offre delle informazioni utili solo se conosciamo l’età della persona, il peso e l’altezza. Questo consente di avere un valore minimo e uno massimo in cui dovremmo stare. Il dato ci fa comprendere il livello della nostra forma fisica.

Con iOS 14.3 e watchOS 7.2 si può monitorare questo valore in automatico. C’è anche la possibilità di ricevere una notifica qualora il livello scendesse troppo in basso. Se ciò accadesse avremmo bisogno di migliorare la nostra forma fisica e curare di più l’attività sportiva.

Avere il valore di VO2 max e monitorarlo ci consente di capire anche se impostiamo un allenamento troppo intensivo per le nostre capacità. Funzione che sarà ancora più utile quando il servizio Fitness+ sarà disponibile in Italia.

Leave a comment

Cosa ne pensi?