Apple Watch serie 7

Qualche tempo fa mi imbattei in una storia popolare cinese che tenta di spiegare quei momenti in cui ci si sente sfortunati. A volte quando capitano i momenti sfortunati mi capita di ricordare quella storia e, in effetti, mi accorgo che probabilmente potrebbe diventare fortuna. Ve la riporto prima di parlarvi di cosa mi è capitato.

Un anziano contadino viveva con il suo unico figlio adolescente in un villaggio di montagna. Gli abitanti del villaggio avevano l’abitudine di riunirsi ogni sera, dopo il calar del sole, nella grande casa del capo villaggio per condividere la loro giornata, per raccontare storie o per comunicare nuovi accadimenti. Un giorno accadde che, a causa di una tempesta, un albero cadde rompendo il recinto dove il contadino teneva il suo unico cavallo. Il cavallo, appena vide una possibile via di fuga, scappò via. A sera, quando tutti si riunirono, il contadino raccontò l’accaduto e tutti, quasi in coro, gli risposero: “il cavallo è fuggito via? E ora come farai, non potrai più arare la terra. Che sfortuna!”. Ma il contadino rispose: “Fortuna? Sfortuna? Chi lo sa”.

Qualche giorno dopo, quando il mal tempo terminò, il contadino si svegliò come sempre di buon ora per iniziare a lavorare i suoi campi e, con immensa sorpresa, trovò che il suo cavallo era tornato, portando con se… una cavalla. Senza pensarci due volte il contadino, aiutato dal figlio, chiuse il recinto. Adesso aveva non uno, ma due cavalli. A sera, quando tutti si riunirono, il contadino raccontò l’accaduto e tutti, quasi in coro, gli risposero: “due cavalli? Sei proprio fortunato. Da averne zero ad averne due. Che fortuna!”. Ma il contadino rispose: “Fortuna? Sfortuna? Chi lo sa”.

Il mattino seguente il contadino e il figlio si alzarono come sempre di buon ora. Il ragazzo chiese al padre se poteva domare il nuovo cavallo per poi addestrarlo e usarlo nel lavoro nei campi. Il padre acconsentì ma quando il ragazzo cercò di salire in sella al cavallo venne sbalzato via e cadde, rompendosi una gamba. A sera, quando tutti si riunirono, il contadino raccontò l’accaduto e tutti, quasi in coro, gli risposero: “tuo figlio si è rotto una gamba? E ora come farai? Dovrai fare tutto il lavoro da solo! Hai due cavalli ma sei da solo! Che sfortuna!”. Ma il contadino rispose: “Fortuna? Sfortuna? Chi lo sa”.

Passarono le settimane e nel regno scoppiò la guerra civile.

Un giorno un soldato imperiale fece visita al villaggio per arruolare tutti gli uomini e i ragazzi che potessero combattere. Ovviamente, a causa della gamba rotta, il figlio del contadino non fu reclutato. A sera, quando tutti si riunirono, il contadino raccontò l’accaduto e tutti, quasi in coro, gli risposero: “tutti i nostri figli sono partiti per la guerra! Il tuo invece no, è rimasto a casa! Come sei fortunato!”. Ma il contadino rispose: “Fortuna? Sfortuna? Chi lo sa”.

La morale di questa storia è che le sfortune potrebbero in realtà essere fortune. Dipende tutto dal saper attendere e dal saper cogliere le opportunità.

Ora qualche settimana fa mi accorsi che il mio Apple Watch serie 5 (di cui trovate la recensione qui) aveva la salute della batteria al 77%. Se la salute della batteria scente sotto l’80% è ufficialmente degradata. Visto che l’avevo acquistato su Amazon ed ero ancora in periodo di garanzia legale, ho provato a chiedere assistenza.

In effetti l’operatore che mi ha risposto in chat mi ha confermato che la garanzia copriva la batteria e quindi potevo chiedere la sostituzione gratuita mandandola a un centro di assistenza di Amazon e attendendo fino a 25 giorni. Il tutto con trasporto gratuito di Amazon. Bastava impacchettare lo smartwatch nella scatola originale, inizializzare l’Apple Watch e consegnarlo al centro postale più vicino.

A inizio settembre effettuo la procedura, invio e attendo. Passano circa 3 settimane senza ricevere notizie. Sul sito di Amazon, nella scheda dell’ordine, solo lo status “riparazione richiesta”. Tracciando la spedizione delle Poste avevo notato che il pacco era stato consegnato una decina di giorni fa.

Così ricontatto l’assistenza via chat per ricevere la promessa di un update sulla riparazione entro 48 ore. Ed ecco il momento sfortunato: una email dove mi avvisavano che non riuscivano a trovare il mio Apple Watch. Per un problema di qualche tipo si era smarrito.

Qui entra in gioco l’avverarsi della storia cinese. Nella sfortuna, la fortuna. Amazon mi ha segnalato che comunque il problema sarebbe stato affrontato con il rimborso totale dell’acquisto dell’Apple Watch. In pratica il giorno dopo mi hanno rimborsato tutti i 459 € dell’Apple Watch serie 5 che ora potrò usare per acquistare l’Apple Watch serie 7.

Dalla sfortuna di vedere perso il mio Apple Watch serie 5 sono arrivato a ottenere un Apple Watch serie 7 senza spendere un euro.

Join the Conversation

5 Comments

  1. E Potrebbe anche accadere che qualcuno non sapendo nulla, si ritrovi sul bancone il tuo Apple Watch lo ripari e te lo rispedisca. Fortuna, sfortuna… si vedrà! 😀

    1. Che fortuna un Apple Watch in più. Poi Amazon si riprende i soldi, quindi sfortuna perché ho comprato un Apple Watch in più e così via

  2. Mi è successa la stessa cosa con la mia Xbox One s. Nel mandarla a riparare l’hanno persa e mi hanno dato il rimborso totale. Mi sono poi preso la nuova One x

  3. Qual’era l’obiettivo di questo articolo? Stranamente Amazon che ti rimborsa con gli occhi chiusi.

Leave a comment

Cosa ne pensi?