L’app Matter
L’app Matter

All’inizio era Instapaper di Marco Arment, servizio di salvataggio di articoli online poi venduto a Pinterest nel 2016. Poi fu il tempo di Pocket (ex Read It Later) che si è diffuso su tutti i dispositivi. Oggi un’alternativa è il nuovo Matter.

Matter, che non ha nulla a che vedere con lo standard di domotica integrato in iOS 16, è un nuovo servizio per salvare gli articoli, ma anche thread di Twitter, video di YouTube, newsletter e molto altro.

Vi starete chiedendo perché dovreste provare Matter al posto di Pocket, visto che quest’ultimo funziona già molto bene. La risposta è che Matter offre alcune funzioni che Pocket al momento non ha, o se le ha sono a pagamento.

Per esempio Matter genera un indirizzo email da usare per iscriversi alle newsletter. Questo è utile per avere il testo delle newsletter pulito e offline in una sezione apposita.

L’app consente anche di evidenziare i passaggi che troviamo interessanti negli articoli per salvarli tutti in una sezione. Questi passaggi possono anche essere condivisi su Twitter con una grafica ottimizzata.

Gli articoli, oltre a diventare disponibili offline, si possono anche inviare all’esterno o salvare in PDF. Il servizio integra già la comunicazione con altre app, come Notion. Qui, con un template apposito, è possibile archiviare tutti i testi evidenziati.

L’app ha anche alcune funzioni interessanti, ma ancora non localizzate in italiano. Per esempio la lettura degli articoli con l’audio. Questa funzione al momento è disponibile in inglese. Quando sarà disponibile anche con la voce italiana, sarà possibile ascoltare gli articoli come dei podcast.

Alla base di Matter c’è anche un senso di community. La società mira a creare un catalogo di autori ai quali è possibile iscriversi per poter ricevere gli articoli in casella. Al momento è disponibile solo in inglese.

Matter consente anche di importare gli articoli da Instapaper o Pocket. Il servizio al momento è completamente gratuito. L’app pesa 61,7 MB e si scarica gratuitamente per iPhone e iPad.

Lascia un commento

Cosa ne pensi?