L’Haptic Touch destinato a finire in tutti gli iPhone?

3D Touch

Il 3D Touch è una tecnologia introdotta da Apple nel 2014 negli Apple Watch (con il nome di Force Touch). Negli iPhone arriverà un anno dopo negli iPhone 6s e seguenti. Si tratta di una serie di elettrodi applicati agli schermi. Facendo pressione un po’ di più sullo schermo si può generare quello che nei computer chiameremo “tasto destro del mouse”. Un sistema per aprire un secondo menu.

Negli iPhone XR, però, questa tecnologia non c’è. È il primo modello dal 6s a non avere il 3D Touch. Al suo posto l’Haptic Touch che poi è qualcosa molto simile al 3D Touch. In questo caso, però, non c’è uno strato di sensori in grado di rilevare la pressione. È il software che comprende se l’utente sta indugiando un po’ di più e quanto spazio il polpastrello copre sull’elemento.

Il risultato è praticamente lo stesso, perché il Taptic Engine, il motorino che si occupa di offrire delle vibrazioni di feedback, simula la pressione di un pulsante. In pratica è come avere il 3D Touch senza avere fisicamente lo strato di sensori.

Questo si trasforma in un’opportunità per Apple. La società può risparmiare uno strato di sensori nello schermo, riducendo lo spessore, il consumo energetico e così via. Per questo motivo si prospetta la sua dismissione negli iPhone che saranno presentati il prossimo anno. Gli iPhone del 2019 dovrebbero avere tutti l’Haptic Touch.

Cosa ne pensi?