L’App Store è un monopolio? Ecco i dipendenti che dicono di sì

Credo proprio che Apple sperasse che la faccenda si sgonfiasse su se stessa dopo un po’ di mormorio, invece pare che l’argomento di un possibile monopolio nell’App Store sia uno degli argomenti che accresceranno l’interesse del pubblico e ache, probabilmente, Apple dovrà affrontare.

Mentre la Corte Suprema degli Stati Uniti dà il via libera a possibili procedimenti legali a tal proposito, alcune grandi software house si muovono per tentare di scardinare la richiesta delle commissioni del 30%.

Un sito, TeamBlind, ha anche provato a comprendere dove cade l’opinione pubblica. Per riuscirci ha indetto un sondaggio mediante l’app Blind app, che colleziona sondaggi anonimi, raccogliendo le preferenze di 10.040 persone. In linee generali possiamo dire che il 44,12% crede che l’App Store sia un monopolio, mentre il 40,69% crede che non lo sia e il 15,19% non ha ancora deciso.

Chi ha un iPhone pensa al 62,05% che l’App Store non sia un monopolio. Chi ha Android pensa al 51,22% invece che lo sia. Ci sono delle differenze anche da azienda ad azienda.

I dipendenti di Qualcomm pensano per l’84,8% che l’App Store sia un monopolio, seguiti dai dipendenti di Spotify che credono per l’82,8% che lo sia, eBay (57%) and Facebook (53,5%). Ovviamente i dipendenti di Apple pensano per il 15,1% che non lo sia, seguiti da quelli di Lyft (18,6%) e Oracle (31,1%).

In pratica abbiamo un’espressione di opinioni in stile calcistico, dividendo le antipatie e simpatie verso Apple in base alla posizione della propria azienda. Ricordiamo che Qualcomm è stata in causa con Apple per mesi, mentre Spotify ha addirittura pubblicato una lettera aperta contro le commissioni nell’App Store.

E voi da che parte siete?

Cosa ne pensi?