Apple Park
foto di independent

Dal punto di vista fiscale il 2020 di Apple si è già concluso. La società ha chiuso i bilanci e consolidato il tutto in un prospetto unico chiamato Form 10-K che la SEC, l’ente per il monitoraggio della Borsa, chiede ogni anno per trasparenza.

Dal prospetto leggiamo tanti numeri interessanti. Il valore medio in Borsa nel 2020 è stato di 1.070 miliardi di $ con 17 miliardi di azioni in circolazione. Queste sono possedute da 22.797 azionisti.

La società ha acquistato 168,6 miliardi di $ in azioni proprie. Il piano autorizzato ammonta a 225 miliardi, quindi la società ne comprerà per altri 56,4 miliardi. Dal 2019 a oggi il valore delle azioni si è raddoppiato passando dalla media dei 204 $ nel 2019 agli attuali 424 $.

I dipendenti sono ufficialmente 147.000 nel mondo.

Nel 2020 Apple ha fatturato 274,5 miliardi di $ in aumento del 5,5% su base annuale. Gli utili sono stati 57,4 mld in aumento del 3,9%. La società ha liquidità per 191,8 mld, in calo dai 205,9 del 109. Il debito obbligazionario passa dai precedenti 91,8 mld agli attuali 98,7 mld.

Le proprietà terriere, immobiliari e impianti ammontano a 36,76 mld di $. La differenza tra gli interessi attivi incassati dagli investimenti in titoli e quelli passivi pagati sulle obbligazioni, hanno portato a un surplus di 800 milioni di dollari

Veniamo al fatturato per prodotto:

  • iPhone 137,78 mld (-3,3%)
  • Mac 28,6 mld (+11,1%)
  • iPad 23,7 mld (+11,3%)
  • Indossabili e accessori 30,6 mld (+25%)
  • Servizi 53,77 mld (+16,2%)

Dal punto di vista dei mercati serviti:

  • Americhe 124,56 mld (+7%)
  • Europa 68,6 mld (+14%)
  • Cina 40,3 mld (-8%)
  • Giappone 21,4 mld (0%)
  • Asia 19,59 mld (+10%)

Apple registra un margine medio del 31,5% sui prodotti e del 66% sui servizi. Nel 2019 erano rispettivamente il 32,2% e 63,7%.

La spesa in ricerca e sviluppo è aumentata del 16% passando dai precedenti 16,2 mld di $ agli attuali 18,75 mld di $. Il budget rappresenta il 7% del fatturato.

Nel 2020 Apple ha pagato 9,68 mld di $ in tasse. La società riesce a pagarne sempre meno perché la percentuale media è del 14,4%, ma nel 2019 era del 15,9% e nel 2018 del 18,3%.

La società ha pagato 503 milioni per la causa persa contro VirnetX. Si legge anche del pagamento di 500 milioni e 310 milioni di $ per due class action. Inoltre 1,1 miliardi di $ sono stati pagati in Francia per una multa. 506 milioni sono stati pagati ad Optis Wireless Technology per una causa persa sui brevetti.

Leave a comment

Cosa ne pensi?