Apple ora si prende cura dei dipendenti che fanno figli

bambini iPhone
bambini iPhone

Dov’è l’asilo nido nel nuovo Apple Park? È una delle grandi domande che si pongono tutti. Il nuovo complesso di Apple, che è diventata la sua sede ufficiale, costato oltre 4 miliardi di dollari, non ha un asilo nido per i 12.000 dipendenti che vi lavorano.

Per un attimo si era temuto che Apple non gradisse la maternità. Che avere un figlio avrebbe avuto ripercussioni sulla carriera. Ad avvalorare questa ipotesi c’è un programma, lanciato nel 2014, che prevede un rimborso di 10.000 $ per i dipendenti che congelano gli ovuli.

Una sorta di incentivo a non diventare genitori. Ma cosa sarebbe l’umanità senza figli? Dove potrebbero mai arrivare i clienti del futuro? Fortunatamente la società ora fa un passo indietro. Un’apertura attesa da tempo, che finalmente mostra un interesse della società per i suoi dipendenti. Un benefit promosso, quasi sicuramente, da Deirdre O’Brien vice presidente degli Apple Store e delle persone di Apple.

La società di Cupertino ha deciso di aiutare chi sta per avere un bambino. Mettendosi al pari di altre aziende della Silicon Valley che offrono incentivi simili, Apple pagherà lo stipendio di 16 settimane per la maternità dei dipendenti. Inoltre per il periodo restante è concessa della flessibilità di orario.

Oltre alle maternità naturali, sono incluse nel programma anche le adozioni. In modo da passare del tempo con il bambino adottato e aiutarlo ad integrarsi nel nuovo ambiente familiare. Alle famiglie che adottano, inoltre, è offerto un supporto da 14.000 $ per le pratiche burocratiche di adozione.

La società di Cupertino ha aggiunto anche un piano di aiuti medici qualora i dipendenti ne avessero bisogno, come il supporto psicologico. Tutte misure che possono aiutare i dipendenti a vivere la maternità con più serenità.

In Italia le aziende non offrono questo tipo di supporto. Tutto è demandato all’INPS che eroga la maternità in base alla quantità di tributi versati. Il contributo mensile è comunque nettamente inferiore allo stipendio medio. Chi vuole diventare genitore, in pratica, deve mettere in conto una serie di uscite a cui non potrà fare fronte facilmente.

Cosa ne pensi?