WWDC 2020

Manca poco ormai all’atteso Keynote di Apple. Il primo dell’anno considerando che per via dell’emergenza pandemica la società non ha potuto organizzare altri eventi. Emergenza che l’ha spinta ad organizzare la prima WWDC completamente online.

Oggi alle 19:00 italiane, all’interno dell’Apple Park, Tim Cook e gli altri dirigenti della società presenteranno le novità che ci accompagneranno nei prossimi mesi fino al prossimo grande evento, quello degli iPhone. Ma cosa potremmo vedere questa sera?

Ecco una selezione di indiscrezioni raccolte per voi.

iOS 14

Si chiamerà iOS 14 o iPhoneOS 14? Questo è uno dei primi dubbi circolati negli scorsi giorni. Secondo Jon Prosser, che in passato aveva dato diverse indiscrezioni risultate esatte, la società lo chiamerà iPhoneOS. Questo per dare maggior individualità al sistema operativo dopo la scissione della parte per iPad chiamata iPadOS.

È prevista anche una modifica grafica a parte del sistema operativo, come una nuova homescreen. Qualcuno ha colto la palla al balzo per creare qualche concept e questo ha fatto circolare l’idea che Apple stia lavorando alle icone delle app in grado di trasformarsi in widget. Personalmente ho dei dubbi su questa indiscrezione.

Ciò che potremmo vedere, invece, è l’aggiunta di nuova funzioni come la possibilità di sapere se una persona raggiunga un luogo ad una certa ora (come un figlio a scuola entro le 8.30), la gestione delle password monouso direttamente in iCloud, maggiore interattività nelle schede delle app, i Per Te anche nell’app Podcast e probabilmente un nuovo multitasking.

Potremmo vedere anche un’app dedicata per gli esercizi fisici, da associare ad Attività per monitorare i progressi nello sport. Dovremmo vedere anche l’integrazione di un traduttore in Safari e il supporto per CarKey: un nuovo framework per sbloccare le auto con chiave elettronica direttamente con l’iPhone.

iOS 14 (o iPhoneOS 14) dovrebbe essere anche più stabile e affidabile della versione precedente. Questo grazie ad una nuova organizzazione nel test del software che Apple avrebbe integrato per evitare bug. La compatibilità, sempre secondo indiscrezioni, dovrebbe esserci da iPhone 6s e seguenti.

iPadOS 14

Non sono circolate molte indiscrezioni su iPadOS. Il sistema operativo per iPad dovrebbe ereditare buona parte delle funzioni pensate per iPhone. Inoltre molti sperano in una rivisitazione del multitasking e della gestione delle finestre, in modo da avere una soluzione più flessibile per gestire più app contemporaneamente.

Si vocifera anche l’arrivo di Final Cut Pro e di Xcode per iPad. Se questo fosse confermato assisteremo ad un passo avanti nella gestione dei software professionali direttamente sul tablet.

L’arrivo di Xcode, soprattutto, permetterebbe agli sviluppatori di scrivere codice e creare app direttamente dal tablet, per poi testarle dal dispositivo in uso. Sarebbe un passo avanti notevole.

Infine potremmo vedere un aggiornamento per PencilKit, il framework di supporto per Apple Pencil, per avere il riconoscimento della scrittura e trasformare il testo scritto a mano in testo digitale.

watchOS 7

Il sistema operativo per Apple Watch dovrebbe vedere una funzione attesa da anni: il tracciamento del sonno. Inoltre il sistema operativo dovrebbe abilitare il calcolo del livello di ossigeno nel sangue e un reminder per il lavaggio delle mani.

La società avrebbe pensato anche ad una modalità “bambini” che aiuterebbe i genitori ad usare gli Apple Watch per i bambini con controllo parentale, in modo da consentire loro di usare lo smartwatch in sicurezza e, nello stesso tempo, avere controllo sulla posizione e altri parametri.

Come iOS, anche watchOS dovrebbe avere l’app per gli esercizi sportivi con le schede di workout. Non è escluso il supporto di altre app per iOS come avvenne lo scorso anno. Nello specifico potrebbe arrivare l’app Note per watchOS.

Infine dovrebbero arrivare nuove watchface, ma non ancora la possibilità per gli sviluppatori di costruire quadranti completamente personalizzati.

maOS 10.16

Come si chiamerà il prossimo sistema operativo per Mac? Questo è uno dei misteri che saranno svelati questa sera. Si vocifera si chiamerà Big Sure. La società dovrebbe migliorare la gestione delle app autenticate per evitare possibili attacchi nocivi da malware.

Voci dicono anche che l’app Messaggi sarà molto più simile a quella dell’iPhone, con il supporto delle app e l’introduzione di nuovi funzioni come le menzioni nei messaggi usando la @ come nei tweet.

Menzioni messaggi

Al momento non si sono vociferate altre funzioni. La novità principale dovrebbe riguardare il passaggio ai chip ARM.

tvOS 14

Anche per tvOS non sono circolate molte indiscrezioni. Noi italiani attendiamo da anni il supporto di Siri in italiano nelle Apple TV. Funzione che manca.

Addio Intel nei Mac

La novità principale di questa edizione e che la renderà storica sarà l’abbandono dei processori Intel nei Mac. La società dovrebbe finalmente annunciare l’abbandono dei processori Intel per usare i suoi chip proprietari come avviene da sempre negli iPhone e iPad.

Secondo Bloomberg questa indiscrezione è quasi certa. Ormai i processori proprietari di Apple sono più performanti e potenti di quelli Intel. L’integrazione con il suo sistema operativo consentirà di usufruire di maggior velocità e sicurezza.

La società passò dai chip PowerPC di Motorola a quelli Intel nella WWDC del 2005. Il supporto dei nuovi processori consentirà anche un’evoluzione del progetto Catalyst che prevede di fondere le app per iOS, iPadOS e macOS al fine di avere un’esperienza di utilizzo unica.

Hardware?

iMac concept

Pare che dalle ultime indiscrezioni potremmo non vedere hardware sul palco del Keynote di questa sera. Secondo rumors precedenti la società era pronta a lanciare un nuovo iMac con il design simile agli iPad Pro, annunciare il ritorno del progetto AirPower e annunciare l’arrivo delle AirTag: i bottoni intelligenti per ritrovare gli oggetti persi con la realtà aumentata.

La società starebbe lavorando anche una versione più piccola di HomePod più economica, per recuperare il terreno perso nel settore degli speaker intelligenti. Potremmo vedere anche una nuova versione di Apple TV con hardware potenziato.

Le novità hardware, in realtà, potrebbero essere state spostate tutte nel prossimo evento, quello degli iPhone.

Per scoprire queste e altre novità inerenti i nuovi sistemi operativi e verificare se ci sarà anche dell’hardware, non resta che seguire l’evento di Apple dal suo sito o da YouTube alle ore 19:00. Troverete gli articoli di approfondimento in seguito su questo sito.

Leave a comment

Cosa ne pensi?