WWDC 2018: cosa potremmo vedere questa sera

Il tempo scorre, mancano poche ore al Keynote della WWDC 2018. Alle ore 19:00 italiane, Apple terrà la sua diretta video per mostrare le novità che ci riguarderanno nei prossimi mesi. Ma quali saranno queste novità?

Al momento possiamo solo tentare di anticiparle in base alle indiscrezioni raccolte in queste settimane. Il livello di segretezza della società ha funzionato bene. Le voci di corridoio sono state meno dello scorso anno. Proviamo a ricapitolare il tutto.

iOS 12

Il sistema operativo per iPhone e iPad arriverà alla versione 12. La società ha utilizzato il fluent design nella grafica dell’invito della WWDC 2018, questo suggerisce dei cambiamenti nel lato design. Probabilmente non un cambio radicale e improvviso, ma un primo passo verso una direzione ben definita.

Ci aspettiamo anche delle ottimizzazioni del sistema attuale, come un Face ID più veloce. Si vocifera un potenziamento della raccolta dei dati sulla salute. La società potrebbe aver colto la richiesta di monitorare meglio l’uso dello smartphone, per evitare dipendenze. In Controllo Parentale, quindi, dovrebbe consentire di sapere quanto e come si utilizza il telefono e valutare le cattive abitudini.

Ci aspettiamo anche dei miglioramenti notevoli con Siri. Si vocifera l’arrivo di nuove voci, ma ciò che realmente vorremmo è un’allargamento di SiriKit per un’integrazione migliore nelle app di terzi. Attendiamo anche un miglioramento generale dell’intelligenza artificiale.

Quasi sicuramente ci sarà ARKit 2.0. L’aggiornamento del framework per la realtà aumentata fornirà nuovi strumenti, come la possibilità di vedere la stessa scena con più dispositivi contemporaneamente. Molto utile per i videogame e i modelli in 3D.

iOS 12 dovrebbe portare anche un aumento dell’utilizzo del chip NFC. Alcuni dipendenti di Apple riescono ad entrare nell’Apple Park usando l’iPhone. Quindi il chip NFC potrebbe essere utilizzato per poter entrare, per esempio, nelle camere di albergo e gestire le serrature elettroniche.

Tra le novità minori attendiamo un restyling dell’app iBooks, più in stile App Store, ottimizzazioni e così via.

macOS 10.14

Il sistema operativo per Mac dovrebbe cambiare nome. Da High Sierra si passerà, probabilmente a Mojave, Sequoia, Ventura o Sonoma. Potrebbe anche prendere un nome di animale. La cosa veramente interessante potrebbe arrivare con il progetto Marzipan.

Questi vuole una sorta di App Store unico nel Mac e in iOS. In pratica gli utenti dovrebbero essere in grado di usare un unico store per gestire le app per iOS e Mac, con l’allagamento delle Universal per funzionare in tutti i dispositivi di Apple. Altre indiscrezioni, però, dicono che Marzipan sia stato spostato all’anno prossimo.

Un’altra funzione che attendiamo è il supporto del file system APFS per Fusion Drive. Lo scorso anno il nuovo file system apportò a numerosi vantaggi, come stabilità e velocità, ma supporta solo i dischi SSD. Quest’anno, quindi, dovrebbe supportare anche i dischi Fusion Drive che usano un misto di SSD e HDD.

Infine dovrebbe arrivare la modalità tema scuro. macOS, quindi, dovrebbe consentire di rendere tutte le interfacce scuse, per chi non ama la luce.

watchOS 5.0

Attendiamo un’apertura di SiriKit per le app di terzi e il supporto delle app. Per esempio si vocifera l’arrivo di una versione di Spotify per watchOS proprio durante il Keynote della WWDC.

Si spera l’apertura alle watchface di terzi, con un sistema apposito per distribuire grafiche di quadranti personalizzate. Apple ha preparato la watchface Pride, che in realtà si può già attivare da subito.

tvOS12

La società dovrebbe allargare il bacino di utenti dell’app TV. Quest’app aggrega varie fonti di video in streaming, come Netflix e HBO, ma funziona solo negli Stati Uniti e altri paesi anglofoni.

Noi italiani speriamo, come sempre, il supporto di Siri in italiano per le Apple TV. Una mancanza che dura da anni.

Cosa non dovremmo vedere

Voci di corridoio dicono che sul palco del Keynote non ci saranno dispositivi elettronici. Per esempio l’iPhone SE di seconda generazione dovrebbe essere slittato a settembre. I computer MacBook e MacBook Pro potrebbero essere aggiornati silentemente dopo l’evento.

Potrebbero arrivare anche aggiornamenti silenti di accessori, o addirittura degli iPad Pro. Potrebbe arrivare uno speaker intelligente marchiato Beats, dal costo di 249 $, che rappresenterebbe una versione economica dell’HomePod.

Queste e altre novità dovrebbero arrivare questa sera alle 18:30 con la nostra diretta #saggiamela. Seguite l’evento con noi per scoprire insieme tutte le novità del mondo Apple.

Cosa ne pensi?