L’iPhone pieghevole di Apple potrebbe piegarsi verso l’interno

C’è una grande scommessa in gioco e sembrano fare tutti sul serio. Dopo aver visto il Samsung Fold e il Huawei Mate X, passando dal telefono di Escobar, il futuro sembra essere sempre più indirizzato verso gli smartphone pieghevoli.

Presto arriverà un’ondata di dispositivi in grado di piegarsi. Di recente Motorola ha iniziato le vendite del Razr e Samsung ha annunciato l’arrivo del Galaxy Z Flip. Quest’ultimo, a differenza del Fold, si piega dall’alto verso il basso come fa il Razr. Sarà in vendita da questo venerdì per 1.520 euro.

Ma in tutto questo Apple? La società di Cupertino sembra la grande assente nella “rivoluzione del pieghevole”. In realtà a Cupertino ci pensano già da diversi anni. Ci sono brevetti che risalgono al 2013. Ma ne abbiamo alcuni visti negli anni passati, come l’iPhone arrotolabile, da piegare dall’alto verso il basso (come il Razr e lo Z Flip) e da sinistra verso destra (come il Fold e il Mate X).

In un recente brevetto la società pensa anche ad un sistema di viti che permettono al dispositivo di piegarsi verso l’interno, come fa il Fold. Quindi è probabile che al momento l’idea della società è mirare ad un dispositivo del genere.

Come sappiamo di solito Apple arriva sul mercato quando: 1) il mercato è abbastanza maturo e pronto; 2) quando il suo prodotto è pronto. L’azienda ha sempre avuto come obiettivo costruire il prodotto migliore in commercio, quindi se l’iPhone pieghevole non sarà perfetto non vedrà mai la luce.

Probabilmente per avere qualcosa di concreto bisognerà attendere almeno un paio di anni o forse più. Monitoreremo i brevetti della società per comprendere la direzione intrapresa.

Cosa ne pensi?